Un evento Crypto Black Swan: Ethereum classificato come titolo

Recentemente, c’è stato molto rumore nei mercati delle criptovalute sul fatto che Ethereum sia o meno un titolo.

Questo è davvero l’esempio perfetto di un evento “cigno nero”. Sono eventi che nessuno si aspetta davvero e non sono probabile prendere posto. Sono rischio di coda eventi sui quali molti investitori e trader non pongono molta enfasi nei loro calcoli.

Ma perché è importante? Perché semplicemente chiamare Ethereum una “sicurezza” potrebbe provocare il crollo dell’intero mercato delle criptovalute? In questo articolo, darò uno sguardo approfondito alle attuali dinamiche nel mercato delle criptovalute al fine di abbattere il probabile impatto.

Il posto di Ethereum nel mercato delle criptovalute

Ethereum è la piattaforma applicativa decentralizzata più popolare ed è la seconda criptovaluta più preziosa. A cosa serve Ethereum?

In breve, gli sviluppatori di applicazioni possono creare le loro app sulla blockchain di Ethereum, piuttosto che affrontare la seccatura di costruirne una propria. È un po ‘come le app nell’App Store di Apple.

Perché ogni app non crea il proprio sistema operativo su cui funzionare? Semplicemente non è fattibile e richiede un diverso set di abilità. Invece, gli sviluppatori di app si concentrano sul fare ciò in cui sono bravi e si basano su sistemi operativi preesistenti.

Ethereum offre anche ai progetti di criptovaluta la possibilità di lanciare la loro offerta iniziale di monete sulla rete Ethereum. Ciò significa che i progetti di criptovaluta possono emettere token ERC-20 negoziabili, mentre stanno costruendo il loro prodotto o servizio. Delle oltre 1.600 criptovalute attualmente presenti nello spazio, oltre 500 progetti hanno emesso un token ERC-20 costruito su Ethereum.

Tutto quello che devi fare è dare un’occhiata al numero di token ERC20 e alle corrispondenti capitalizzazioni di mercato di tutti questi token. Di seguito è riportato un semplice esempio dei primi 10 token su CMC. Come puoi vedere, 8 dei 10 sono token ERC20. La capitalizzazione di mercato combinata di queste prime 8 monete è di circa $ 36 miliardi.

Elenchi di token ERC20

Immagine tramite Cap. Di mercato delle monete

Che ti piaccia o meno Ethereum, non ci sono dubbi su quanto sia importante il progetto per l’intero spazio delle criptovalute. Se dovesse accadere qualcosa a questa criptovaluta, avrebbe quasi certamente un impatto drammatico sull’intero spazio della criptovaluta.


Cosa può significare la classificazione della sicurezza?

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti sta decidendo se Ethereum è un titolo o meno. Se Ethereum è classificato come titolo, significa che solo gli investitori accreditati potrebbero acquistare e vendere Ethereum negli Stati Uniti, oltre a sottoporre il progetto a una regolamentazione più severa.

Negli Stati Uniti la definizione di un file investitore accreditato è:

  • Un patrimonio netto di oltre $ 1.000.000
  • O un reddito di oltre $ 200.000 all’anno, negli ultimi due anni finanziari

Con una soglia così alta per ottenere lo stato di investitore accreditato, a quasi tutti gli investitori statunitensi in criptovaluta sarebbe impedito di acquistare o vendere Ethereum. Sembra un incubo e lo è davvero. A peggiorare le cose, il prossimo passo probabile per la SEC sarebbe chiedersi se ogni singolo token ERC-20 fosse anche un titolo. Sono oltre 500 dei 1.600 progetti di criptovaluta là fuori, che potrebbero essere influenzati.

Se Ethereum fosse classificato come titolo, non solo la maggior parte dei cittadini statunitensi non sarebbe in grado di acquistare o vendere ETH, ma prendere in considerazione cosa farebbero i residenti statunitensi se avessero in possesso di token ERC-20? La maggior parte li scaricherà per fiat se possono, per paura che anche loro vengano classificati come titoli.

Molti di voi potrebbero pensare che gli Stati Uniti siano un paese e che i mercati delle criptovalute siano globali. Sicuramente, l’esclusione della maggior parte dei cittadini statunitensi non può avere un impatto così grande sul mercato generale.

Perché i mercati statunitensi sono importanti?

Gli Stati Uniti sono il paese più ricco del mondo e studi di siti come Finder.com hanno stabilito che circa l’8% della popolazione statunitense possiede criptovaluta. Potrebbe non sembrare molto, ma è significativamente più alto dei livelli di adozione in altri paesi.

Esaminando le tendenze di Google per la criptovaluta, gli Stati Uniti si collocano costantemente tra i primi 10 paesi più interessati alla criptovaluta. YouTuber popolari hanno anche rivelato che gli Stati Uniti sono il paese più importante per lui in termini di numero di spettatori.

Criptovaluta di interesse di ricerca

Immagine tramite Google Trends

I 325 milioni di americani contano nello spazio delle criptovalute. Sì, i paesi più piccoli possono essere più in alto nell’interesse di Google, ma sono le dimensioni e la ricchezza della popolazione degli Stati Uniti che lo rendono così fondamentale per i mercati delle criptovalute.

Che altro sarebbe successo?

La classificazione di Ethereum non avrebbe solo un impatto sui possessori di Ethereum e potenzialmente sui token ERC-20. Significherebbe che anche gli scambi di criptovaluta sarebbero in acqua calda. Perché? È perché farebbero trading in titoli e sarebbero costretti a registrarsi presso la SEC per continuare a operare legalmente.

Il trading di titoli senza licenza è un grosso problema. Non solo gli scambi di criptovaluta possono essere multati, ma le persone possono finire in prigione. Lo US Securities Act del 1933 può essere utilizzato per mandare i trasgressori in prigione per 5 anni. Sembra improbabile che persone come i gemelli Winklevoss vogliano correre il rischio. Gli scambi di criptovaluta come Gemini (di proprietà dei gemelli Winklevoss) probabilmente chiuderebbero il trading di Ethereum ed ERC-20.

Questo suona come un armageddon e lo è. Ma la situazione può peggiorare. La SEC ha anche il potere di ordinare la “sboccatura” dei profitti non guadagnati. Cosa significa?

La sboccatura è l’atto di rinunciare a qualcosa come i profitti ottenuti da atti illegali o non etici su richiesta o per costrizione legale. Il tribunale può ordinare ai trasgressori di rimborsare i profitti illegali per impedire un arricchimento ingiusto

Non è un segreto che gli scambi di criptovaluta guadagnino molti soldi e detengano molte criptovalute. Se la SEC implementa la sboccatura, potrebbe significare che una quantità significativa di criptovaluta viene scaricata sul mercato dagli scambi. È molto probabile che ciò comporterà una significativa riduzione dei prezzi delle criptovalute.

Ethereum è in realtà una sicurezza?

Logo SEC

Fonte immagine: la collina

La posizione della SEC su Ethereum non è stata ancora definita. Gary Gensler, l’ex presidente della Commodities Futures Trade Commission, ha dichiarato che Ethereum soddisfa i criteri stabiliti nel test di Howey (un test per determinare se qualcosa è un titolo o meno).

Con Ethereum, il problema è che al momento dell’ICO, il token ETH non poteva essere utilizzato per nulla. Pertanto, soddisfa i criteri per essere classificato come titolo. Come molti di voi sanno, Ethereum è eccezionalmente utile oggi e sicuramente ha utilità. Molti commentatori sostengono che sebbene Ethereum possa essere stato un titolo per ICO, certamente non lo è ora.

Purtroppo, nessuno sa con quale verdetto uscirà la SEC. Ma sembra probabile che il risultato sarà che Ethereum era una sicurezza quando era ICO, ma non è una sicurezza ora. La SEC potrebbe trascurare la vendita di titoli “illegali” o dare una multa alla Fondazione Ethereum.

In passato la SEC ha dato uno schiaffo a Merrill Lynch multandola di un importo nominale di 1,8 milioni di dollari per la vendita di titoli non registrati. Un risultato simile probabilmente causerebbe il minimo panico nei mercati delle criptovalute.

Conclusione

Se Ethereum fosse classificato come titolo, molto probabilmente andrebbe in crash l’intero mercato delle criptovalute.

Tuttavia, sembra improbabile che la SEC voglia essenzialmente escludere i cittadini statunitensi dai mercati delle criptovalute e dall’innovazione che sta avvenendo nello spazio. Solo il tempo lo dirà, ma come investitore in criptovaluta questo rischio è qualcosa di cui dovresti essere consapevole.

Sebbene il verdetto della SEC sia attualmente incerto, la domanda che devono porsi è se supportano la tecnologia statunitense e la libertà dei loro cittadini di investire in essa..

Immagine in primo piano tramite Fotolia

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map