Resilienza di Bitcoin: un breve sguardo agli oppositori che hanno rinunciato a BTC a presto

Al momento della stampa, il famigerato 99Bitcoins “Necrologio di Bitcoin“Ha non meno di 186 necrologi di Bitcoin.

Questi sono necrologi spensierati e sarcastici, ovviamente, che si riferiscono solo a incidenti in cui esperti di alto profilo hanno affermato che Bitcoin era morto.

La battuta ironica è che questi esperti non avrebbero potuto sbagliarsi di più. Bitcoin, nonostante il dramma della cancellazione di SegWit2x e le guerre in espansione, si aggira attualmente intorno a un impressionante $ 7.200, che è un prezzo non lontano dal massimo storico della moneta di $ 7566.

Prezzo Bitcoin su Coinbase

BTC raggiungerà presto $ 8k? – Immagine tramite Coinbase

Quindi, Bitcoin chiaramente non è morto e ci vorrà molto di più di un acuto combattimento del fine settimana con Bitcoin Cash per Bitcoin per andare davvero giù.

Ma ne vale la pena per vedere quanto gli altri erano e sono in errore. Vale la pena notare i “Bitcoin Obituaries” degli oppositori in modo che noi appassionati possiamo mettere a punto le nostre prospettive nello spazio crittografico, sapendo che noi stessi dobbiamo essere meno rigidi per capitalizzare.

Diamo quindi un’occhiata ad alcune delle “morti” di Bitcoin più provocatorie, quindi, per aggiornare le nostre prospettive.

La primissima “morte” di Bitcoin

Nel 2010, quando Bitcoin era solo un progetto alle prime armi, una pubblicazione con il nome di The Underground Economist si guadagnò il primato di essere il primo scrittore di necrologi di Bitcoin di 99Bitcoins.

Quando BTC si aggirava ancora intorno a $ 0,23 centesimi, The Underground Economist ha scritto a trattato feroce intitolato “Perché Bitcoin non può essere una valuta”.

In esso, l’autore ha dichiarato che Bitcoin “rimarrà una novità per sempre o passerà dallo stato di novità a morto più velocemente di quanto tu possa battere ciglio”.


L’editoriale della CNN proietta la “disintegrazione” di Bitcoin

Nel 2014, a Editoriale della CNN è stato pubblicato dal titolo “Dov’è andato storto Bitcoin?” quando BTC era ancora seduto a circa $ 330.

Nel pezzo, lo scrittore è arrivato al punto di dire che il Peso cubano era superiore al Bitcoin:

[Start block quote] “Bitcoin non è [il futuro]. È un passo lungo la strada e alla fine si disintegrerà … Come valuta [Bitcoin] è quasi trascurabile contro qualsiasi cosa. Non può stare in piedi con il peso cubano … Con Bitcoin la finta valuta, quello che vedi non è quello che ottieni. ” [Fine]

Penso che l’autore si senta lo stesso oggi?

Jamie Dimon dice che Bitcoin non può durare

Jamie Dimon, CEO di JPMorgan, è ora un noto odiatore di Bitcoin, ma uno dei suoi primi commenti contro la criptovaluta # 1 è tornata nel 2015 quando la criptovaluta si stava consolidando a $ 395.

In un discorso tenuto al Fortune Global Forum, Dimon ha affermato che i regolamenti governativi ucciderebbero Bitcoin e qualsiasi cosa del genere:

“Questa è la mia opinione personale, non ci sarà valuta reale e non controllata nel mondo. Non c’è governo che lo sopporterà a lungo … non ci sarà valuta che aggira i controlli del governo “.

Il post di LinkedIn dice che BTC esplode il 12 dicembre 2016

In una colonna per LinkedIn, cloud architect Jim Kram ha definito Bitcoin una “valuta virtuale fondamentalmente imperfetta”, proseguendo dicendo che “Bitcoin è una bolla che come Tulip, South Sea, Dot.com o Subprime scoppierà … Bitcoin è stato un grande esperimento che ha fornito un apprendimento utile”.

Bene, Kram potrebbe sentirsi diversamente ora, ma siamo certamente a nostro agio nel dire che Bitcoin ha definitivamente superato la fase dell’esperimento ormai.

Forbes afferma che la Cina ha “schiacciato” Bitcoin

Quando la Cina ha vietato gli scambi di criptovalute e gli ICO solo poche settimane fa, lo spazio crittografico è rimasto scioccato.

Forbes è andato un po ‘fuori bordo, tuttavia, descrivendo la mossa della Cina come un “schiacciante“Colpo a Bitcoin – anche se BTC è rimbalzato più forte che mai nei giorni successivi all’inizio dei divieti:

“Il brusio di Bitcoin è andato … È stato schiacciato dall’intervento pesante del governo cinese, che sta raffreddando l’entusiasmo degli investitori per la valuta digitale.”

Bitcoin è sicuramente tenuto duro

Fino ad ora, Bitcoin ha resistito a tutto.

Un giorno BTC potrebbe essere messo in ginocchio? È possibile, tutto è possibile.

Eppure, a meno di un evento imperscrutabile e catastrofico che colpisce lo spazio inaspettatamente, non è chiaro cosa potrebbe detronizzare Bitcoin a questo punto.

Sicuramente non cederà la sua posizione di capitalizzazione di mercato n. 1 a Ethereum o Bitcoin Cash senza una lotta infernale.

Nel frattempo, gli oppositori di Bitcoin avranno tutto il tempo per riconsiderare le loro posizioni sulla criptovaluta bellwether.

Immagine in primo piano tramite Fotolia

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map