Recensione di Orbs: la blockchain ibrida per reti decentralizzate

Orbs (ORBS) sta creando una piattaforma che consente alle aziende di scegliere la blockchain di cui hanno bisogno: una blockchain pubblica ibrida sviluppata “per il mondo reale”.

Orbs è stato lanciato a marzo 2019 e da allora il progetto ha suscitato un certo interesse. È una piattaforma blockchain interoperabile di Ethereum che ha lo scopo di affrontare i vincoli fondamentali che gli sviluppatori aziendali devono attualmente affrontare con le blockchain pubbliche.

Tuttavia, possono davvero eseguire su un obiettivo così ambizioso?

In questa recensione di Orbs, ti darò tutto ciò che devi sapere sul progetto, sulla sua tecnologia e sui membri del team. Analizzerò anche i casi d’uso sottostanti per il token ORBS e il suo potenziale di adozione a lungo termine.

Che cosa sono le sfere?

Orbs è stato creato per portare scala ai progetti basati su Ethereum. È una blockchain aperta che è uno strato di generazione che lavora insieme a Ethereum. Aggiungendo Orbs a Ethereum, gli sviluppatori di applicazioni basate su blockchain ottengono i vantaggi di entrambe le catene. Ciò significa sicurezza e liquidità senza precedenti, integrazione degli ecosistemi e commissioni basse con una struttura delle commissioni appropriata.

Stack Blockchain di Orbs

Lo stack blockchain di Orbs. Immagine tramite Sito Web di Orbs

Uno degli svantaggi di Ethereum è stata la mancanza di scalabilità, ma combinando Orbs ed Ethereum gli sviluppatori possono trarre vantaggio dalla blockchain di Ethereum anche quando la loro applicazione supporta un numero enorme di utenti in questo momento. Ciò è stato reso possibile dalle invenzioni di Orbs di Virtual Chains e Randomized Proof of Stake come algoritmo di consenso.

Orbs ha sede in Israele, ma ha recentemente aperto un ufficio anche in Corea del Sud dopo la partnership con il conglomerato Internet Kakao. Orbs svilupperà applicazioni blockchain per la rete Kakao di oltre 50 milioni di utenti. Orbs sta anche lavorando a una soluzione blockchain personalizzata per Kik con sede in Canada, una società di app di chat e messaggistica che ha anche rilasciato un token crittografico chiamato Kin destinato a fornire incentivi agli utenti di Kik.

Come funzionano le sfere?


Orbs combina la propria scalabilità, isolamento della catena virtuale e tariffe basse con l’ecosistema decentralizzato maturo di Ethereum per fornire agli sviluppatori tutto ciò di cui hanno bisogno per ridimensionare in modo massiccio le loro applicazioni blockchain decentralizzate.

Ci sono tre caratteristiche principali della piattaforma Orbs: catene virtuali, Proof of Stake randomizzato e interoperabilità cross-chain.

Catene virtuali

Le catene virtuali vengono eseguite su un’infrastruttura di nodi fisici condivisa, che offre i vantaggi di una blockchain dedicata a tutte le catene virtuali che condividono l’ambiente. Ciò significa decentralizzazione e sicurezza dai nodi fisici e personalizzazione e isolamento grazie alla virtualizzazione.

Diverse catene virtuali possono ottenere il consenso per le loro transazioni in modo indipendente e l’esecuzione simultanea su risorse separate. Vengono inoltre sottoposti a un processo di partizionamento orizzontale e possono essere mantenuti in modo indipendente mentre l’elaborazione viene eseguita in parallelo. Un ulteriore vantaggio è una riduzione dei requisiti di memoria per la macchina virtuale grazie all’isolamento dello stato per ogni macchina virtuale.

Orbs Virtual Chains

Pool di risorse e catene di risorse. Immagine tramite Orbs Position Paper

Vantaggi della catena virtuale:

  • Ogni applicazione ha la propria catena virtuale frammentata;
  • Gli sviluppatori possono scegliere il protocollo di consenso e il modello di governance per la catena virtuale associata alla loro app;
  • L’isolamento evita qualsiasi potenziale congestione da altre catene;
  • I clienti possono iniziare con una blockchain privata e successivamente passare a una blockchain pubblica senza preoccuparsi di dover migrare.

Proof of Stake randomizzato

Orbs utilizza un modello di consenso PoS chiamato Randomized Proof-of-Stake. Ha i vantaggi di essere sia veloce che sicuro. Funziona scegliendo casualmente piccoli comitati da un ampio pool di validatori per ogni round di consenso. L’ampio pool di validatori garantisce la decentralizzazione e la randomizzazione garantisce la sicurezza, mentre l’uso di piccoli comitati per il consenso rende un metodo di consenso veloce e altamente scalabile.

L’implementazione Orbs di RPoS si chiama Helix ed è un algoritmo bizantino fault-tolerant che si basa sullo staking di Orbs da parte di Delegatori e Guardiani per eleggere il pool di Validatori.

Vantaggi Proof of Stake randomizzati:

  • Facilmente scalabile per ospitare migliaia di transazioni al secondo;
  • All’aumentare del numero di nodi, aumentano anche la sicurezza e la velocità;
  • Ogni singola catena virtuale è in grado di personalizzare il proprio modello di consenso per ottimizzare i risparmi sui costi, il throughput, l’equità o la latenza;
  • L’uso della tolleranza ai guasti bizantina.

Interoperabilità cross-chain

Le applicazioni in esecuzione su Orbs sono in grado di accedere senza problemi allo stato di Ethereum previo consenso. Questo accesso cross-chain si ottiene attraverso l’uso di contratti intelligenti e sfrutta la potenza di Ethereum senza dover lasciare la piattaforma Orbs.

Ethereum Orbs Cross Chain

Interoperabilità cross-chain con la Blockchain di Ethereum. Immagine tramite Orbs

Un esempio di ciò in azione è uno scambio autonomo, in cui gli sviluppatori sono in grado di spostare in modo sicuro una parte delle risorse del livello base per l’esecuzione su Orbs mantenendo il resto delle risorse sul livello base.

Vantaggi dell’interoperabilità cross-chain:

  • Evita la necessità di migrazioni difficili e dolorose se è necessario un passaggio da una blockchain privata a una pubblica (o viceversa);
  • Gli sviluppatori sono in grado di utilizzare l’ecosistema del livello base per i loro token (ovvero scambi e portafogli);
  • Se si desidera una maggiore sicurezza, i token possono rimanere su un livello di base Proof of Work, senza i consueti costi e svantaggi in termini di prestazioni;
  • Approfitta sia della scalabilità di Orbs che della liquidità del livello base.

Orbs Team

Il team di Orbs è composto da oltre 40 ingegneri, sviluppatori, uomini d’affari e accademici esperti. I quattro fondatori mettono in gioco anche la loro vasta esperienza e qualità di leadership, consentendo uno sviluppo rapido e intelligente.

Daniel Peled è il presidente e co-fondatore di Orbs. È anche co-fondatore e CEO di PayKey, una startup israeliana di Fintech che ha ricevuto investimenti da artisti del calibro di Santander InnoVentures e Mastercard. Inoltre, fa parte da tempo della scena israeliana di Bitcoin ed è stato il primo israeliano a condurre un ICO per una società blockchain.

Uriel Peled è il secondo co-fondatore a guidare Orbs. È un consulente chiave per diversi importanti progetti blockchain ed è stato nominato uno dei principali influencer blockchain di Israele. In passato, Uriel ha co-fondato Visualead, una startup AR / VR che è stata successivamente acquisita da Alibaba.

Fondatori Orbs Foundation

I fondatori di Orbs Network

Tal Kol è un terzo co-fondatore ed è stato in precedenza un co-fondatore di Appixia, una startup di app per dispositivi mobili che è stata successivamente acquisita da Wix.com. Allora era il capo di Wix.com Mobile Engineering. Ha anche lavorato con Kik come capo dell’ingegneria per il token Kin. Tal è un appassionato di open source oltre ad essere un esperto di applicazioni blockchain.

Infine, c’è la co-fondatrice Netta Korin che è stata consulente senior del generale Mordechai su progetti speciali presso il Ministero della Difesa israeliano. È stata anche consulente senior del dottor Michael Oren, il viceministro della diplomazia presso l’ufficio del primo ministro. Prima di lavorare presso Orbs e nel governo israeliano, Netta ha lavorato come manager di hedge fund dopo aver iniziato come banca di investimenti di Wall Street.

Le comunità di Orbs

Quando si tratta di promuovere l’adozione e la consapevolezza di un progetto, spesso aiuta a dare uno sguardo alle dimensioni e al fervore della comunità più ampia.

Mentre le cripto-comunità vanno, Orbs non è neanche lontanamente vicino alla potenza di fuoco dei grandi progetti con migliaia di fan entusiasti. Forse è perché si concentrano principalmente sulle aziende e non sulle persone che potrebbero speculare sul loro token.

Loro Telegramma è il più grande seguito, con poco più di 6.000 membri. Il Twitter account ha poco meno di 4.500 follower, il che è abbastanza piccolo per un progetto blockchain anche se twittano regolarmente.

Il sub-Reddit per il progetto ha solo 436 lettori e, a metà aprile 2019, è stato interrotto poiché il team di Orbs ha spostato la comunità verso Discordia. Sebbene sia molto più attivo di quanto fosse stato il sub-Reddit, nelle prime tre settimane di attività ha ancora in media meno di 1 post al giorno.

Il token ORBS

Orbs ha condotto la sua ICO nel maggio 2018, raccogliendo $ 118 milioni vendendo token a $ 0,10 ciascuno, o 0,000142 ETH. La fornitura totale di token è di 10 miliardi, tuttavia, solo 1.635.091.511 sono attualmente in circolazione.

I token sono stati consegnati agli acquirenti solo dopo che la mainnet di Orbs è stata pubblicata il 28 marzo 2019, quasi un anno dopo il crowdsale. E il prezzo al debutto era $ 0,053223, che è anche il massimo storico per il token. A partire dall’8 maggio 2019, una ORBS vale solo $ 0,034336 o 0,000201 ETH. Si tratta di un calo del 66,2% in termini di dollari USA rispetto all’ICO, ma in termini di Ethereum è un guadagno del 41,6%.

Prestazioni del prezzo del token Orbs

Statistiche sul mercato dei token ORBS & Prestazioni di prezzo. Fonte: CoinCodex

Il prezzo è stato sufficiente per spingere ORBS nelle prime 100 criptovalute per capitalizzazione di mercato sin dall’inizio, e attualmente si trova all’89 ° posto.

Chi è interessato all’acquisto di ORBS può farlo utilizzando Korean Won su Bithumb o Coinbit. ORBS può anche essere acquistato con BTC su Upbit e sull’exchange Bittrex. Il token è disponibile anche in una manciata di altri exchange, ma non è ancora stato elencato su Binance, quindi gli investitori che credono che potrebbe essere un giorno presto possono aspettarsi un pop più alto quando (se) ciò accadrà.

ORBS è un token ERC-20 e può essere memorizzato in qualsiasi portafoglio compatibile ERC-20. Coloro che desiderano partecipare Picchettamento ORBS si consiglia di utilizzare l’estensione MyCrypto portafoglio.

Sviluppo & Roadmap

A volte può essere difficile determinare esattamente quanto lavoro viene svolto su un progetto blockchain. Tuttavia, uno dei modi più efficaci per stimare ciò è monitorare l’attività di un team negli archivi pubblici. I commit del codice possono essere visti come un ottimo barometro per lo sviluppo.

Quindi, ho deciso di saltare nel Orbs Network GitHub per dare un’occhiata alla quantità di attività nei loro repository. Ci sono numerosi repository nel loro GitHub con diversi livelli di attività. Di seguito sono riportati i commit di tre dei loro repository bloccati più attivi.

Orbs Network GitHub

Codice si impegna a selezionare i repository negli ultimi 12 mesi

Come puoi vedere, gli sviluppatori sono stati piuttosto impegnati a spingere il codice. Questa è generalmente più attività di quella che vediamo su altri progetti che hanno ICO nello spazio crittografico. È anche importante sottolineare che la rete Orbs ha 63 pronti contro termine in totale!

Quindi, dal punto di vista dello sviluppo, sembra che Orbs significa affari (letteralmente e figurativamente).

Forse questo livello di attività ha senso se visto insieme alla loro roadmap più ampia e alle tappe fondamentali. Se diamo uno sguardo al loro file piu recente R&D, hanno rilasciato le versioni più recenti della loro Gamma CLI e stavano per rilasciare la loro Nebula CLI. Erano inoltre impegnati a migliorare il contratto SDK, a lavorare sul processore JavaScript e a fare ricerche Proof of Stake.

Forse gli approfondimenti più importanti di questo aggiornamento sono stati ciò che possiamo aspettarci nei prossimi mesi. Hanno elencato una serie di passaggi importanti che sono nella prossima roadmap tecnologica. Questi includono:

  • Ottimizzazione delle prestazioni: Migliorare la stabilità della rete
  • Protocollo di consenso Helix: Il team spera di integrare il proprio protocollo Helix Consensus nello stack del software del nodo. Questo è in lavorazione da mesi, quindi è un passo importante.
  • Hubble Block Explorer: Questo sarà uno strumento basato sul web che fornirà agli utenti informazioni sulla catena virtuale.
  • Modello di sicurezza PoS: Ulteriore lavoro verrà svolto sul loro algoritmo di consenso.
  • Ponte di scambio autonomo: Funzionalità per scambiare i token ERC20 da Ethereum nell’ecosistema Orbs (e viceversa).

Sarà interessante vedere come si svilupperanno questi aggiornamenti e l’impatto che avranno sul progetto più ampio. Se vuoi seguire questi e altri annunci puoi monitorare l’ufficialità Blog di Orbs. Il team è piuttosto attivo nell’aggiornamento della comunità.

Conclusione

Il progetto ORBS è una soluzione unica alla scalabilità di Ethereum che consente alle aziende di creare applicazioni blockchain decentralizzate in grado di supportare un numero enorme di utenti e senza alcuna conoscenza tecnica poiché il team di Orbs si prenderà cura di tutto.

Il progetto è estremamente ben capitalizzato dato il grande ICO e investimenti aggiuntivi da parte di artisti del calibro di Kakao. Il recente lancio della mainnet di Orbs è un passo emozionante e promettente per la piattaforma.

Mentre il prezzo ribassato di ORBS al suo rilascio è un po ‘preoccupante, il token ha guadagnato sostanzialmente contro il token Ethereum, il che è positivo per coloro che non sono interessati a trasferire i propri fondi in valuta fiat comunque.

Complessivamente Orbs è un progetto ben finanziato che sta lavorando duramente per mantenere le sue promesse. Si concentra sulla blockchain come servizio e serve gli utenti aziendali, il che potrebbe dargli una rapida crescita man mano che più aziende cercano di aggiungere applicazioni basate su blockchain.

Immagine in primo piano tramite Fotolia

Dichiarazione di non responsabilità: queste sono le opinioni dell’autore e non devono essere considerate un consiglio di investimento. I lettori dovrebbero fare le proprie ricerche.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map