Polymath Review: The Blockchain for Financial Securities

I token di sicurezza sembrano essere di gran moda ora. Dagli scambi ai regolamenti e alle piattaforme di emissione. Uno di questi progetti che cercano di trarre vantaggio da questo è Polymath.

Questo è un progetto che sta cercando di potenziare l’emissione di titoli digitali. Stanno anche cercando di farlo in un modo che sia completamente all’interno dei quadri normativi globali, fornendo agli emittenti un’intera suite di strumenti conformi.

Tuttavia, può davvero essere la piattaforma del token di sicurezza?

In questa recensione di Polymath cercherò di rispondere a questa domanda e di darti ciò che devi sapere. Analizzerò anche i casi d’uso a lungo termine e il potenziale di adozione dei token POLY.

Perché Polymath?

Gli ICO sono diventati incredibilmente attraenti e incredibilmente rischiosi.

Mentre i primi investitori in nuovi progetti blockchain hanno l’opportunità di vedere i loro investimenti aumentare del 100% o addirittura del 10.000%, hanno le stesse opportunità di vedere i loro investimenti andare a $ 0 quando il progetto muore, o peggio ancora gli sviluppatori semplicemente scompaiono con l’ICO fondi.

Siamo onesti, con circa la metà di tutte le ICO del 2017 già fallite, questo è uno spazio piuttosto rischioso.

Ci sono anche le ramificazioni legali da considerare. Molte delle attuali ICO violano in un modo o nell’altro le leggi statunitensi sui titoli e, sebbene potrebbero non essere regolamentate ora, se diventassero regolamentate ciò potrebbe rappresentare un rischio definito a lungo termine.

Perché Polymath

Perché dovresti considerare l’emissione di un token di sicurezza. Immagine tramite Polymath

Forse la cosa peggiore di tutte, minacciano di portare più controllo sulle criptovalute da parte di agenzie governative e regolatori.

Polymath sta cercando di essere la cura per la malattia dell’ICO. È stato sviluppato per aiutare a emettere token di titoli in modo sicuro e regolamentato da blockchain. E lo faranno fornendo allo stesso tempo incentivi per portare nuovi prodotti finanziari sul mercato sulla blockchain, mantenendo allo stesso tempo felici e a bada i regolatori.

Come misura di sicurezza aggiuntiva, solo gli acquirenti verificati potranno acquistare o scambiare monete POLY.


Sembra uno scenario ideale. Le aziende ottengono un facile accesso al capitale, c’è una maggiore trasparenza, nessuna necessità di regolamenti e documenti onerosi, maggiore liquidità, maggiore visibilità e un incentivo a creare prodotti finanziari.

Diamo uno sguardo più approfondito e vediamo se Polymath sarà davvero utile per le criptovalute o se c’è un difetto fatale nel piano per creare una blockchain di titoli.

Cos’è Polymath?

Bitcoin, Ethereum e la maggior parte delle criptovalute sono token di applicazioni o utilità su reti decentralizzate e non regolamentate. I token di sicurezza, che costituiscono una porzione minuscola della capitalizzazione di mercato delle criptovalute, sono simili alle attività tradizionali come azioni o obbligazioni, che sono tipicamente regolamentate.

Panoramica di Polymath

Polymath dai numeri

Sebbene il mercato dei token di titoli sia attualmente molto piccolo, Polymath mira a ribaltare questa statistica, rendendo i token di titoli più di 10 volte le dimensioni del mercato dei token dell’app. Ci sono diversi motivi per cui credono che ciò possa accadere, tra cui:

  • I token di sicurezza sono più sicuri
  • I token di sicurezza aumenteranno la liquidità
  • Il loro standard ST20 fornisce transazioni quasi istantanee
  • E ci sarà un ambiente di trading a basse commissioni 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Il team di Polymath cerca di ottenere l’accettazione dei token di sicurezza attraverso l’uso di contratti intelligenti per applicare le restrizioni da zero, piuttosto che imporli a posteriori con un modello di applicazione normativa dall’alto verso il basso.

Polymath cerca un nuovo modello

Tradizionalmente, i mercati finanziari sono controllati da un’agenzia centrale che fornisce regolamenti e l’applicazione delle non conformità. È così che funzionano oggi i mercati azionari, obbligazionari e delle materie prime.

Le agenzie di regolamentazione creano leggi e regolamenti che vengono trasmessi a tutti gli investitori e alle società coinvolte nella quotazione o nel trading, e tutti devono seguire queste normative o essere banditi dai mercati o, peggio, affrontare azioni legali.

Stack tecnologico Polymath

La tecnologia Polymath Stack

Questo è esattamente il tipo di regolamentazione che i mercati delle criptovalute otterranno se non viene trovata un’alternativa.

Polymath cerca di capovolgere questo processo coinvolgendo funzionari governativi e avvocati all’inizio del processo di creazione del token.

Se questo è impostato correttamente, potrebbe eliminare la necessità di un organismo di regolamentazione per essere coinvolto in un secondo momento nel processo. Potrebbe persino creare un mercato basato su blockchain più legittimo che raggiungerà il mainstream più velocemente rispetto al percorso tradizionale.

In base a questa configurazione, qualsiasi nuovo token di sicurezza emesso sarebbe conforme alle normative sin dalla sua emissione.

Pesi e contrappesi

Questo processo presuppone anche che alcuni controlli ed equilibri vengano integrati nel processo. Uno di questi sarebbe l’uso di un “modello” per la creazione di token e tutti i nuovi token di sicurezza dovrebbero aderire a questo modello.

Ciò consentirebbe a ciascun token di avere la propria trasparenza e cronologia, consentendo agli investitori di ottenere informazioni complete sul token prima di investire. E poiché tutto avviene sulla blockchain, sarà trasparente e eliminerà la necessità di più canali inaffidabili per diffondere le informazioni.

Ci sarebbero due risultati molto positivi da questo.

  1. Aiuterebbe a sorvegliare eventuali cattivi attori.
  2. Consentirebbe di aggiungere regole di investimento per i singoli token di sicurezza.

Attualmente esiste una classificazione nota come investitore accreditato che la SEC utilizza per limitare l’acquisto di determinate attività e classi di attività. L’idea alla base di questo è che coloro che ricevono la classificazione di investitore accreditato sono investitori più sofisticati e hanno meno probabilità di cadere nelle truffe. Sono anche più in grado di valutare il rischio e assumere un investimento ad alto rischio ad alto rendimento.

Utilizzando questo modello nel mercato dei token di sicurezza è possibile ottenere lo stesso risultato, ma senza la necessità di SEC e regolamenti.

Come funziona Polymath?

Polymath utilizzerà il token POLY per gestire l’intera rete e incentiverà sviluppatori e avvocati a partecipare assegnando loro POLY. Quelli che emettono risorse sulla blockchain e coloro che investono nelle attività pagheranno le commissioni in POLY per mantenere la rete senza intoppi.

Con i modelli in atto, un emittente può creare il proprio token di sicurezza in modo rapido e semplice attraverso l’uso di contratti intelligenti e una procedura guidata Crea un token di sicurezza. Questo è già in fase di test e puoi provarlo tu stesso su Sito Web di Polymath.

Ci sono 29 campi che richiedono informazioni di base sulla società, il tipo di investitori che stai cercando, l’ubicazione degli investitori e se gli investitori devono essere accreditati tra le altre cose.

Rete Polymath

Fonte immagine: Polymath

Una volta compilato completamente il modulo, è possibile inviarlo e viene esaminato dai delegati legali di Polymath. I delegati legali cercheranno la conformità normativa e possono dare suggerimenti per il modello di token di sicurezza più adatto.

Il sistema riunisce i livelli Protocollo, Legale, Applicazione ed Exchange, aumentando così la conformità, la trasparenza e, in definitiva, la liquidità.

Polymath vede il futuro

Tutto questo diventa importante ora perché è solo questione di tempo prima che i nostri titoli tradizionali finiscano sulla blockchain. E mentre ci sono alcuni aspetti negativi, la sicurezza, l’efficienza e la trasparenza superano di gran lunga questi.

Ci sono altri blockchain che cercano una soluzione per questo, ma nessuno sta adottando l’approccio del quadro generale che Polymath ha adottato. Stanno cercando di coinvolgere non solo il pubblico, ma anche fondi di capitale di rischio, private equity e persino derivati ​​in un’unica piattaforma che risolva problemi di conformità legale, sicurezza, decentralizzazione e liquidità.

E sorprendentemente, la liquidità potrebbe essere solo la chiave.

Potenziale token di sicurezza

Fonte immagine: Mazzo Polymath

Gli scambi attuali rimangono terrorizzati all’idea di fornire troppe informazioni su nuovi token che potrebbero causare un aumento delle indagini normative. Ciò mantiene gli ICO nella categoria potenzialmente illegittima e limita la liquidità poiché gli investitori restano riluttanti a investire.

La soluzione Polymath crea un mercato favorevole alle normative e rimuove il principale ostacolo alla liquidità. Ciò dovrebbe servire ad aiutare una comunità attiva di investitori di tutte le aree della finanza a crescere in modo organico. Se ciò si dimostrerà vero, Polymath diventerà rapidamente non solo il primo scambio di token di sicurezza, ma anche il più grande e sviluppato di gran lunga. Avrebbero un immenso vantaggio di first mover.

Anche se tutto questo sembra meraviglioso, rimangono alcuni problemi, anche se Polymath sembra risolverli.

Il potenziale di Polymath

La SEC ha ragione in almeno un enorme rischio con gli ICO. Molte questioni sono complicate dal commercio internazionale e un mercato senza confini, anonimo e opaco non fa che amplificare questi problemi.

Considera i commenti che vedi sui post di Facebook. Possono essere divertenti e persino provocatori, ma non hanno conseguenze. E se i tuoi soldi fossero legati a loro potrebbero non essere più così divertenti.

La SEC non vuole ancora essere troppo coinvolta nelle criptovalute, ed è per questo che ha ampiamente adottato un approccio ai mercati del tipo “sei da solo, quindi fai attenzione”. Questo non può durare per sempre e già sta cambiando in alcuni angoli del mondo.

Ad esempio, Gibilterra ha recentemente annunciato il mondo primi regolamenti ICO volto a proteggere i propri cittadini da ICO fraudolenti. Stanno cercando di richiedere ai progetti ICO di fornire “informazioni adeguate, accurate ed equilibrate a chiunque acquisti token”. E il catalizzatore è stata l’esplosione dei finanziamenti ICO nel 2017.

La versione Polymath dei token di sicurezza fornirebbe già molte delle informazioni che Gibilterra sta cercando con i suoi regolamenti, il che significa che con i token di sicurezza i regolamenti non sarebbero necessari in primo luogo.

Token POLY

Il token POLY è un token di utilità ERC20 sulla piattaforma Polymath. So cosa stai pensando: Polymath non è una piattaforma di token di sicurezza?

Ebbene, sì, ma i token POLY nativi non sono i titoli. Sono il carburante che alimenterà la piattaforma. Verranno utilizzati da quegli emittenti sulla piattaforma che vorrebbero creare i propri titoli digitali.

I token POLY sono stati rilasciati come airdrop nel 2018. C’è una fornitura totale di 1 miliardo di token POLY con un’offerta circolante di poco più di 400m POLY. È possibile visualizzare lo smart contract Polymath ERC20 Qui.

Poly Price Performance

Quando è stato rilasciato all’inizio del 2018 come un airdrop di 240 milioni di monete, Polymath aveva un prezzo di $ 0,79 a gettone, ma rapidamente raggiunto fino a $ 1,64 a gettone.

Sfortunatamente, il tempo non è stato gentile con POLY e il token ha perso oltre il 95% del suo valore, scendendo a circa $ 0,02 all’inizio di dicembre 2019.

POLY Prezzo Performance

POLY Prezzo Performance. Immagine tramite CMC

Questo ovviamente non è qualcosa che è isolato da Polymath. L’intero spazio Altcoin ha dovuto affrontare un crollo del prezzo poiché il pessimismo ha attanagliato il settore. Tuttavia, gli hodlers POLY dovrebbero sentirsi meno duri poiché i token POLY dopotutto non facevano parte di un ICO.

POLY è stato distribuito tramite un airdrop di criptovaluta. Ciò significa che è stato distribuito gratuitamente e non è stato venduto in crowdsale. Significa anche che è improbabile che Polymath affronti le domande della SEC sul fatto che i loro token costituiscano una sicurezza.

Acquisto & Memorizzazione di POLY

POLY è quotata in una discreta quantità di borse. Questi includono artisti del calibro di Binance, Upbit e Huobi. Tuttavia, la maggior parte del volume sembra aver luogo sull’exchange Bittrue con oltre il 50% del volume giornaliero.

Questo non è il massimo dal punto di vista della liquidità simbolica in quanto significa che questo scambio può avere un impatto eccessivo sul mercato dei token POLY. Significa anche che la scoperta del prezzo dei token è un po ‘distorta. In effetti, puoi vedere che c’è una notevole disparità di valore tra questi scambi.

Binanace POLY

Registrati su Binance e acquista token POLY

Dando un’occhiata più da vicino agli ordini di Binance, possiamo vedere che sono relativamente scarsi e non c’è molto fatturato giornaliero. Ciò significa che è probabile che i tuoi ordini subiscano un certo slittamento se inserissi ordini di blocco di grandi dimensioni.

Quando si tratta di archiviazione, questi sono token ERC-20, il che significa che hai una buona selezione. Puoi usare portafogli come MyEtherWallet o MyCrypto oppure puoi usare Metamask. Ovviamente, la cosa più prudente sarebbe riporla in un portafoglio hardware come Ledger o Trezor.

Polymath nel 2020

Sin dal suo inizio, poco più di 2 anni fa, ci sono stati certamente numerosi cambiamenti che hanno avuto luogo a Polymath.

Uno dei cambiamenti più visibili è il numero di gettoni che sono stati emessi. A dicembre 2019 sono stati distribuiti 153 token e dodici di questi hanno cinque o più possessori di token. Ci sono stati anche 305 simboli ticker che sono stati riservati.

Ovviamente c’è ancora molta strada da fare, ma la crescita negli ultimi 18 mesi è stata eccezionale, soprattutto quando si combina con tutti i cambiamenti di sfondo che si sono verificati, come il rilascio della V.3 di Polymath, che rende È compatibile con ERC-1400 o l’imminente rilascio di una blockchain Polymath nativa.

Socialmente abbiamo visto Polymath crescere il suo seguito Twitter di 10.000 e il suo seguito su Reddit di 1.500. Più deludente è la perdita di quasi 30.000 Abbonati a Telegram.

Deludente è anche la performance del token POLY, che è scesa appena sopra $ 0,02 ed è ora la 297a criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato. Si tratta di un enorme calo rispetto al suo prezzo di rilascio ed è solo leggermente superiore al minimo storico di $ 0,018557 raggiunto il 25 novembre 2019.

Ovviamente c’è molto spazio al rialzo per il token, ma ha bisogno di un catalizzatore. Quel catalizzatore potrebbe arrivare con il rilascio di una blockchain nativa per Polymath, ma dovremo aspettare perché la testnet non verrà rilasciata per almeno 6 mesi e la mainnet potrebbe essere distante più di un anno.

Standard token di sicurezza ERC-1400

L’ERC-1400 Security Token Standard è una libreria di standard che si sono evoluti nel tempo e hanno visto una crescente adozione tra gli sviluppatori di protocolli Ethereum e i fornitori di servizi.

Polymath è stato aggiornato per rendere i token ST-20 completamente conformi allo standard ERC-1400 con la versione v3.0 “Poho” a luglio 2019. L’aggiornamento era necessario poiché i fornitori di servizi e i progetti in tutto lo spazio dei token di sicurezza hanno adottato sempre più lo standard.

ERC 1400 Lifecycle Polymath

Il ciclo di vita ERC-1400. Immagine tramite Blog di Polymath

ERC-1400 si è evoluto da un singolo standard monolitico a una libreria di standard interoperabili con l’intenzione di facilitare la sua adattabilità e la crescita in un panorama legale e normativo in rapida evoluzione, consentendo l’aggiunta di nuove funzionalità senza compromettere i servizi e le infrastrutture compatibili esistenti.

La Blockchain Polymesh

Nel maggio 2019 durante Consensus New York, Polymath ha annunciato la sua intenzione di sviluppare e rilasciare una nuova blockchain pubblica di livello base sottostante Polymath. Hanno chiamato questa nuova blockchain pubblica Polymesh. Da allora un team di 6 sviluppatori ha lavorato al progetto open-source e nell’ottobre 2019 sono stati in grado di fornire un proof-of-concept.

La blockchain Polymesh sarà costruita sopra il Substrato di parità, una fondazione blockchain che si basa sui risultati dei principali protocolli blockchain e utilizza le lezioni apprese per fornire agli sviluppatori la tecnologia più recente per creare blockchain flessibili.

Il team di Polymath ha considerato una serie di approcci per costruire la blockchain di base e ha optato per Parity Substrate per diversi motivi che coinvolgono tecnologia, roadmap, adattamento del prodotto e aspetti della comunità. In definitiva, la decisione di utilizzare Parity Substrate è dovuta alla sua modularità, che secondo Polymath è fondamentale per la sua architettura.

Substrato Modulare

Natura modulare del substrato. Immagine tramite Blog di Polymath

Polymath prevede di estendere le funzionalità di base di Substrate creando una suite di moduli che forniscono primitive finanziarie a livello di blockchain di base. Queste riguardano funzionalità critiche come l’identità, le attività regolamentate stesse, il regolamento e altre categorie chiave di funzionalità del mercato dei capitali.

Polymath prevede di rilasciare la testnet per la sua blockchain di base nel secondo trimestre del 2020 e il rilascio della mainnet è previsto per il quarto trimestre del 2020. Senza altri importanti aggiornamenti sulla roadmap del progetto, dovremo aspettare circa 6 mesi per il testnet per mostrarci la nuova direzione per Polymath.

Sviluppo Polymath

Tutto questo sembra fantastico, ma tutto il lavoro che Polymath afferma di aver svolto nell’ultimo anno si è tradotto in risultati di sviluppo?

Uno dei modi migliori per determinarlo è esaminare i loro repository di codice open source. Osservando il totale dei commit del codice si può avere un’idea approssimativa di quanto lavoro si sta svolgendo.

Quindi, ho deciso di immergermi nel Polymath GitHub e dai un’occhiata ai loro repository pubblici. Di seguito sono riportati i commit totali sui loro repository bloccati negli ultimi 12 mesi.

Polymath GitHub

Si impegna a selezionare pronti contro termine negli ultimi 12 mesi

Come puoi vedere, ci sono stati molti commit di codice su questi repository. Vale anche la pena notare che ci sono altri 45 altri pronti contro termine con vari gradi di commit.

Questo è più di quanto ho visto su altri progetti che sono in una fase simile del loro ciclo di vita e mostra che le cose sono piuttosto impegnate al quartier generale di Polymath. Potresti anche voler dare un’occhiata al loro repository Polymesh per vedere esattamente perché sono così entusiasti.

Se vuoi tenerti aggiornato sul progetto, puoi seguire il loro blog ufficiale. Il team è piuttosto attivo quando si tratta di aggiornare la propria comunità.

Conclusione

La blockchain è qui, e qui per restare, e date le caratteristiche che ha, è quasi impossibile immaginare che i nostri titoli e asset non saranno presto su una blockchain. È solo il metodo più efficiente e trasparente. Come abbiamo già visto con Polymath, l’emissione di titoli su una blockchain è possibile ed efficiente.

Aggiungete a ciò il massiccio passaggio alle STO rispetto agli ICO come metodo preferito per raccogliere capitali nello spazio blockchain e Polymath potrebbe guardare a una crescita sostanziale.

Sfortunatamente, anche i governi sono certi di intervenire per regolamentare questi mercati, infatti alcuni sono già iniziati. Con così tanto capitale a rischio e le leggi sulla sicurezza già violate da alcune ICO, è quasi sorprendente che non abbiamo già visto regolamenti spuntare come funghi dopo una pioggia primaverile.

Finora i regolatori sono stati lenti ad agire. Se una soluzione come Polymath può standardizzare il rilascio di token di sicurezza, potremmo trovare i regolatori per lo più in disparte per consentire allo spazio nascente di crescere organicamente.

La soluzione è di fronte a noi sotto forma di Polymask Network Security Token. Ovviamente, Polymath è ancora molto nuovo e sembra che abbia avuto un inizio irregolare, ma c’è anche una squadra solida dietro e ha un prodotto funzionante. Una volta che una blockchain nativa sarà disponibile, le cose potrebbero diventare davvero molto interessanti.

Immagine in primo piano tramite Shutterstock

Dichiarazione di non responsabilità: queste sono le opinioni dell’autore e non devono essere considerate un consiglio di investimento. I lettori dovrebbero fare le proprie ricerche.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me