I migliori portafogli hardware: 5 opzioni di archiviazione più sicure

Non le tue chiavi …

Il tuo portafoglio di criptovalute sta andando bene. Quel BTC che hai comprato un paio di anni fa sta lentamente accendendo i suoi propulsori per un altro colpo di luna. Hai una buona quantità di ETH pronta per il lancio della versione 2.0 il prossimo mese / anno / ciclo lunare. Il tuo XRP se ne sta lì seduto imbarazzato mentre il tuo ADA trasuda fiducia. Ogni tanto accedi al tuo account Exchange per vedere come sta andando e meditare sulla tua prossima mossa.

Se hai poche centinaia di dollari bloccati nel tuo portafoglio ed è tutto mantenuto su uno scambio rispettabile, non hai troppo di cui preoccuparti. Le migliori borse hanno buone procedure di sicurezza e ogni anno spendono molti soldi per mantenerle. E, nell’improbabile caso che accada il peggio, non è come se avessi perso l’argento di famiglia.

Improbabile, sì. Impossibile, no. Gli attacchi di Exchange sono già avvenuti in passato, con conseguenze catastrofiche. Molti veterani crypto brizzolati rabbrividiscono ancora al ricordo il Monte. Gox fiasco, mentre la saga di BitGrail risuona ancora in tutto lo spazio.

crypto portafoglio hardware

Non le tue chiavi, non la tua crittografia. Immagine tramite Shutterstock

In entrambi i casi gli hacker si sono guadagnati milioni di dollari in criptovalute e gli investitori sono rimasti a fissare con stupido orrore gli schermi dei loro computer. Questi sono due dei peggiori esempi, sebbene ci siano stati altre violazioni più recenti. Le lezioni sono state apprese e la sicurezza rafforzata, ma la minaccia rimane.

In altri casi, lo scambio stesso è stato il cattivo del pezzo. Lo scandalo QuadrigaCX sembra un trattamento per un film di Hollywood, ma ha causato indicibili sofferenze a coloro che ne sono stati colpiti.

Ci sono un sacco di scambi là fuori che sono decisamente loschi, oppure non investono abbastanza nella loro sicurezza, o semplicemente sono mal gestiti. Ma vale la pena ricordare che, se conservi le tue monete in uno scambio, non importa quanto possa essere considerato e sicuro, non le controlli. Le chiavi private della tua crittografia sono detenute dall’exchange e se qualcosa va storto c’è poco o niente che puoi fare al riguardo.

… Non il tuo Crypto

I migliori scambi fanno della sicurezza una delle loro massime priorità. La maggior parte insiste affinché gli utenti completino le procedure KYC (conosci il tuo cliente) al momento della registrazione. L’autenticazione a due fattori è solitamente richiesta per accedere e i prelievi sono spesso limitati a indirizzi di portafoglio specifici e autorizzati.

Qualsiasi scambio che valga la pena considerare manterrà la maggior parte dei suoi fondi in celle frigorifere, senza accesso a Internet. Le unità con tutte le chiavi private degli utenti vengono talvolta archiviate in caveau sicuri con intercapedini d’aria e guardie armate. L’oro digitale è trattato come se fosse roba solida e brillante. Le borse principali hanno anche un’assicurazione, il che significa che se si verifica una violazione, tutti gli investitori interessati saranno rimborsati.

Binance Crypto Hack


Binance Hack di $ 40 milioni. Immagine tramite Bloomberg

Puoi essere certo che gli hacker non si arrenderanno. Ci sono troppi soldi da guadagnare (o rubare) e in alcuni casi gli hacker hanno alcuni interessi piuttosto potenti dietro di loro. La tecnologia avanza continuamente e i lucchetti più lucidi possono finire per sembrare arrugginiti.

E a parte la minaccia di furto c’è la questione della proprietà. Hai pagato per la tua crittografia, deciderai cosa farne, quindi dovresti avere le chiavi per farlo. In queste questioni vale la pena ascoltare l’esperienza e coloro che hanno bussato alle gamme di criptovalute per un po ‘ti diranno che mantenere le tue monete in uno scambio è una cattiva idea.

Prendi il controllo della tua crittografia

Una volta che hai deciso di rinunciare a mantenere le tue monete su qualsiasi scambio potresti utilizzare, hai tre opzioni principali. Il primo è memorizzarli su un portafoglio mobile, fondamentalmente un’app per il tuo smartphone. Ci sono alcuni di questi là fuori e sono una buona opzione per coloro che possono detenere solo poche centinaia di dollari nel loro portafoglio.

Questi portafogli mobili ti danno un maggiore controllo sulla tua crittografia e ti consentono una maggiore libertà di usarla per pagare beni e servizi. Ovviamente hanno uno svantaggio importante, che probabilmente avrai notato: sono ancora connessi a Internet e quindi ancora vulnerabili agli attacchi.

La seconda opzione – e quella che più probabilmente piacerà a chiunque sia nato prima del 1970 circa – è un portafoglio di carta. Sì, carta … mi sembra di ricordarlo ora. Qui stampi le tue chiavi private (di solito sotto forma di un codice QR) e le conservi in ​​un luogo sicuro. Ci sono dei vantaggi nel farlo in questo modo, ovviamente. Se hai intenzione di custodire le tue monete per gli anni a venire, mettere le chiavi in ​​un cassetto e dimenticarle tutto ti impedirà di spenderle o venderle.

Portafoglio di carta Bitcoin

1 milione di dollari Bitcoin !. Immagine fonte

Finché il pezzo di carta viene tenuto al sicuro e non viene perso o rubato, o messo nel riciclaggio da un partner ben intenzionato che ha finalmente perso la pazienza con te per non aver cancellato lo studio, allora tutto dovrebbe andare bene.

La terza opzione è quella che ci interessa oggi ed è di gran lunga la migliore per chi possiede una discreta quantità di criptovalute e vuole tenerla al sicuro. Che tu sia un pesciolino o una balena o una via di mezzo (un barracuda?), Allora un portafoglio hardware è ciò che dovresti usare per conservare quelle monete.

I portafogli hardware sono dispositivi fisici che memorizzano le tue chiavi private e le proteggono da qualsiasi attacco esterno. Possono essere collegati al tuo computer (molto simile a un’unità flash) per consentirti di gestire e spendere la tua crittografia, ma tutti gli aspetti di qualsiasi transazione e convalida vengono eseguiti sul dispositivo stesso. Anche se il computer in uso è infetto da malware o altrimenti compromesso, il portafoglio hardware rimane al sicuro e nessun altro può accedere alle chiavi private.

I 5 migliori portafogli hardware migliori

Esistono numerosi portafogli hardware sul mercato e scegliere quello giusto può essere complicato. Ecco perché abbiamo messo insieme una guida pratica ai nostri primi cinque di seguito. Ci sono alcune cose da valutare prima di scegliere quale è giusto per te e considereremo tutte queste in relazione a ciascun portafoglio:

  • Sicurezza: Sebbene i portafogli hardware siano l’opzione più sicura in circolazione, alcuni sono più sicuri di altri Monete supportate: tutti i portafogli hardware memorizzeranno BTC, ETH e la maggior parte delle altre criptovalute. Tuttavia, se il tuo portafoglio include alcune altcoin meno conosciute, alcuni portafogli potrebbero non essere adatti.
  • Prezzo: Se il tuo portafoglio è relativamente piccolo, è probabile che tu non voglia pagare un dollaro alto per un dispositivo su cui archiviarlo. Come con qualsiasi prodotto, i prezzi per i portafogli hardware variano.

Un ultimo punto da ricordare quando si acquista un portafoglio hardware è quello di acquistarlo sempre direttamente dal produttore. Ci sono stati alcuni casi in cui tipi senza scrupoli hanno acquistato un portafoglio, estraendo le parole del seme e quindi rivendendo il dispositivo. Quando l’ignaro acquirente ha poi caricato la sua criptovaluta su di esso, gli scumbags sono stati in grado di rimuovere i loro fondi usando queste parole seme.

Evita di acquistare il tuo portafoglio da ebay o da qualsiasi altro luogo in cui potrebbe essere stato interferito e ordina direttamente dal sito web del fornitore. La maggior parte di loro offre anche la spedizione gratuita, a meno che non ti capiti di vivere in un posto particolarmente esotico.

Quindi, armati di questa conoscenza, diamo un’occhiata ai migliori portafogli hardware sul mercato.

1. Ledger Nano X

Il primo posto sul nostro podio va a Ledger’s Nano X. Per coloro che non lo sanno, Ledger è un’azienda con sede in Francia ed è considerata lo standard nel mercato dei portafogli hardware.

Il Ledger Nano X è il prodotto di punta nella scuderia Ledger ed è più costoso dell’entry level Nano S. Questo dispositivo memorizza oltre 1.250 diverse criptovalute. Il tuo dispositivo ledger si connetterà al tuo PC tramite un cavo USB collegato al tuo PC.

Portafoglio Ledger Nano X.

Ottieni il tuo Ledger Nano X dallo store ufficiale

Quindi, tramite l’utilizzo del software Ledger Live sul tuo PC, potrai gestire le tue monete. Non è possibile accedere alle chiavi private dal computer o dal dispositivo. Ledger è incredibilmente sicuro e ad oggi non ci sono state vulnerabilità o exploit.

Sebbene la maggior parte della crittografia possa essere gestita tramite l’uso del software Ledger Live, ce ne sono molti che hanno portafogli nativi non ancora supportati dal software. Tuttavia, data la popolarità dei dispositivi hardware Ledger, molti di essi si sono integrati con esso per consentire agli utenti di archiviare in modo sicuro le proprie chiavi.

Sì, il Nano X è più costoso, ma ha tutto ciò che ha il Nano S, oltre alla connettività Bluetooth, uno schermo leggermente più grande e la possibilità di memorizzare 100 app, rispetto alle cinque disponibili sul Nano S.

  • Prezzo: $ 119 (£ 94 / € 105)
  • Monete supportate: 1.000+ elenco completo Qui

Puoi anche utilizzare Nano X con l’app Ledger Live del tuo cellulare, rendendolo un’opzione migliore se desideri accedere alla tua crittografia mentre sei in movimento. È compatibile sia con iOS che con Android, il che dovrebbe far felice la stragrande maggioranza degli utenti di smartphone.

Non c’è molto che separa i due dispositivi Ledger e la maggior parte delle persone sarebbe probabilmente più che felice con il Nano S. più economico Tuttavia, per le funzionalità a tutto tondo (e ancora molto più economico del Trezor Model T) il Nano X prende meritatamente il numero uno individuare.

2. Ledger Nano S

Il modello Ledger Nano S è il dispositivo entry level offerto dal team Ledger. È considerato il concorrente più vicino al Trezor Model One che trattiamo di seguito. Entrambi costano più o meno lo stesso, tuttavia il Nano S supera sia il Trezor One che il Model T..

Supporta più monete rispetto ai dispositivi Trezor, ha l’integrazione con una serie di applicazioni DeFi e gode di un record di sicurezza incontaminato. Inoltre non è necessario installare un bridge e puoi utilizzare il dispositivo tramite il software Ledger Live.

Ledger Nano S

Autorizzazione della transazione su Ledger Nano S. Immagine tramite Ledger

Sebbene Ledger Nano S supporti oltre 1.000 monete, uno dei principali svantaggi è che hai un limite di sole 5 app contemporaneamente sul dispositivo. Ciò significa che se desideri memorizzare più di 5 criptovalute sul dispositivo, dovrai disinstallare e installare le app regolarmente.

  • Prezzo: $ 59 (£ 47 / € 52)
  • Monete supportate: 1.000+ elenco completo Qui

Tuttavia, se consideri che l’app Ethereum può essere utilizzata per archiviare il tuo ETH e qualsiasi altro token ERC-20 che possiedi, suggerisce che il dispositivo dovrebbe essere in grado di gestire il tuo portafoglio senza troppi problemi. Ledger supporta anche monete di staking come Tezos, EOS e Tron tra gli altri, quindi se guadagnare quei premi di staking è la tua passione, allora Ledger ti copre.

3. Trezor Model One

Il marchio Trezor è una creazione della società praghese Satoshi Labs (Trezor significa “caveau” in ceco) e il primo dispositivo è stato lanciato nel 2013. Trezor One è un’altra buona opzione economica che beneficia della possibilità di immagazzinare un intero carica più monete rispetto a KeepKey.

La società ha anche stretto un’utile partnership con Exodus Wallet (il miglior portafoglio mobile in circolazione) che consente una certa interoperabilità tra i due. Ciò significa che per quegli utenti che sono più a loro agio con l’interfaccia utente Exodus, possono utilizzare il software mentre memorizzano le chiavi su Trezor.

La mia lamentela principale con il Model One è che, sebbene supporti un numero impressionante di monete, per qualche motivo i possessori di XRP, EOS, Tezos, Monero e Cardano rimarranno delusi. Non so perché sia ​​così e per molti di voi potrebbe non essere importante, ma per me è un’omissione lampante. Questi sono alcuni dei migliori altcoin in circolazione e molti dei cripto evangelisti che conosco (me compreso) ne hanno almeno uno da questo elenco nel loro portafoglio.

Trezor Model One

Contenuto della confezione di Trezor Model One. Immagine via Trezor

Devo essere onesto qui e dire che nessuno dei portafogli Trezor in questa lista è esteticamente piacevole, anche se questa è solo la mia opinione. Entrambi sembrano un po ‘troppo come qualcosa che useresti per aprire a distanza la porta di un garage, se me lo chiedi.

  • Prezzo: $ 55 (£ 44 / € 49)
  • Monete supportate: 1.000+. Lista completa Qui

Non che ciò influisca sul modo in cui svolgono il lavoro di archiviazione della tua crittografia, ma mancano dell’eleganza del design dei modelli KeepKey e Ledger. Il Trezor One supera di poco il KeepKey grazie al suo supporto di monete superiore, ma non vincerà nessun concorso di bellezza.

Un’altra cosa che devi sapere sui dispositivi Trezor è che c’era una vulnerabilità che è stata scoperta dalla gente di Laboratori Kraken. La vulnerabilità utilizzava glitch “vaultage” per estrarre le chiavi private dal dispositivo.

Sebbene questo possa essere preoccupante per alcuni, sarebbe stato necessario che qualcuno avesse accesso fisico al dispositivo per eseguire l’exploit. Quindi, se non pensi di trovarti in una situazione in cui qualcuno avrebbe le mani sul tuo portafoglio hardware, allora dovresti essere relativamente al sicuro.

4. Trezor Model T

Il Trezor Model T è il prodotto di punta offerto dai ragazzi di Trezor. Questo arriva a $ 165 ed è quindi più di $ 100 in più rispetto al Model One. È discutibile se i pochi vantaggi aggiunti del Modello T valgano quel prezzo elevato – e quindi il mio posizionamento nell’elenco.

Uno dei vantaggi più evidenti del modello T rispetto al modello uno è che hai più supporto per le monete. Ciò include alcune di quelle ovvie omissioni che ho menzionato sopra come Cardano, XRP, EOS ecc.

  • Prezzo: $ 165 (£ 130 / € 146)
  • Monete supportate: 1.000+ elenco completo Qui

Un altro grande vantaggio del Trezor Model T rispetto al modello di un dispositivo è che ha quel touch screen a colori di facile utilizzo. Ho trovato questo metodo molto più efficiente rispetto al dover mescolare i pulsanti sia sul dispositivo Model One che sui registri.

Trezor Modello T

Ottieni il tuo Trezor Model T dal negozio ufficiale

Anche la configurazione del Modello T è piuttosto rapida. Tutto quello che devi fare è installa il bridge e assicurati che il firmware sia aggiornato e che dovrebbe essere così. Purtroppo, tuttavia, il software non è compatibile con iOS, quindi se stai utilizzando il software Trezor nel tuo browser, tieni presente che non funzionerà con Safari.

Quindi, se stai cercando di archiviare quelle monete aggiuntive che non sono supportate dal Model One, puoi prendere in considerazione il Model T.Tuttavia, se non hai intenzione di farlo, allora sei forse più adatto a ottenere il Model One o il Ledger più economico Dispositivo Nano S..

5. KeepKey

L’ultimo nella nostra lista è il dispositivo hardware KeepKey. Non puoi criticare KeepKey sul prezzo, poiché per meno di $ 50 faresti fatica a trovare un portafoglio hardware migliore. È anche ben progettato, con uno schermo più grande di tutti i suoi rivali. KeepKey è stato acquistato da Shapeshift nel 2017, quindi il portafoglio ha piena integrazione con la piattaforma Shapeshift e il suo scambio.

Keepkey

Portafoglio hardware Keepkey. Immagine tramite KeepKey

La sicurezza di KeepKey è stata compromessa quando i rivali Ledger hanno trovato un modo per estrarre i codici pin dal portafoglio, sebbene ciò richiedesse il possesso fisico di esso. Il problema tecnico è stato successivamente risolto in un aggiornamento.

  • Prezzo: $ 49 (£ 39 / € 43)
  • Monete supportate: Circa 40+. Lista completa Qui

Lo svantaggio principale di KeepKey è la relativa scarsità di supporto per le monete in relazione agli altri portafogli in questo elenco. Supporta nativamente Bitcon, Bitcoin Cash, Bitcoin Gold, Dash, Dogecoin, Ethereum, Kyber Network, Litecoin e DigiByte e può essere abbinato a MyEtherWallet per consentire il supporto per qualsiasi token ERC-20.

Questo è ancora un elenco piuttosto limitato rispetto ai suoi concorrenti e potrebbe rivelarsi inadatto a chiunque detenga un portafoglio particolarmente diversificato.

Tienilo segreto, tienilo al sicuro

Qualunque portafoglio tu scelga, devi comunque mitigare il rischio che cada nelle mani sbagliate. Tutti i portafogli hanno codici pin, così come parole e frasi utilizzate per l’accesso e il ripristino. Inutile dire che questi dovrebbero essere noti solo a te.

Scrivili e conservali in un luogo sicuro, lontano da occhi indiscreti. Alcune persone con portafogli di grandi dimensioni prendono molto sul serio la loro sicurezza. Guy, ad esempio, tiene il portafoglio in una cassetta di sicurezza e le sue parole chiave in un’altra, entrambi in luoghi separati.

La tecnologia può tenerci al sicuro solo fino a un certo punto. Se qualcuno riesce a impossessarsi sia di te che del tuo portafoglio hardware, allora non c’è molto da fare per impedirgli di costringerti a consegnare il tuo codice pin o le parole di seed con l’aiuto di un’arma e alcuni gesti minacciosi (un $ 5 attacco chiave inglese se vuoi il termine tecnico).

Tuttavia, ci sono due passaggi che puoi intraprendere per ridurre questo rischio. Uno è un file portafoglio nascosto funzione che ti consente di configurare portafogli aggiuntivi sul tuo dispositivo che solo tu conosci. Sia Ledger che Trezor lo offrono, anche se è un po ‘complicato.

E l’altro? Questo passaggio è il più semplice di tutti: mantieni la tua crittografia sul QT e non fare lampeggiare il tuo nuovo portafoglio brillante. Dopotutto, vuoi davvero che qualcuno sappia quanto XRP hai caricato nel corso della giornata?

Immagine in primo piano tramite Shutterstock

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me