Fondi di indice di criptovaluta – Gestione delle risorse personali

>

Il mercato delle criptovalute è complesso. Per la maggior parte delle persone, la gestione di un portafoglio crittografico è la prima volta che hanno dovuto gestire effettivamente le proprie finanze. Voglio dire, gestisci davvero. Non “gestire” lasciando che una grande azienda come Fidelity detenga i fondi e investa automaticamente in un portafoglio diversificato. Non parlo di “gestirli” mettendoli in banca, a cui si accede in qualsiasi momento semplicemente strisciando una carta di credito. Se qualcosa va storto, le persone possono semplicemente chiamare l’assistenza clienti e richiedere un addebito, chiudere l’account o risolvere i problemi che si presentano.

Gestire la criptovaluta significa che dipende tutto da te. L’acquisto e la vendita di beni vengono effettuati direttamente sulle borse. Non è semplice come fare clic su alcuni pulsanti e lasciare che qualcun altro si occupi della creazione del tuo portafoglio. La complessità del mercato delle criptovalute porta gli utenti a faticare a gestire le proprie risorse attraverso scambi, portafogli hardware e soluzioni di conservazione a freddo.

Fino a quando i fondi dell’indice crittografico automatizzato sono arrivati

Gli strumenti di gestione automatica del portafoglio che automatizzano il tuo fondo indicizzato di criptovaluta personale come un esperto hanno preso d’assalto il mercato. Invece di eseguire operazioni manualmente su ciascuna borsa, questi strumenti eseguono le operazioni per te. Selezionare un indice dinamico è facile come selezionare una serie di asset da includere nel tuo portafoglio e lasciare che queste applicazioni gestiscano l’allocazione e il ribilanciamento continuo del tuo portafoglio.

Rivoluziona il tuo portafoglio di criptovalute sfruttando gli strumenti più potenti sul mercato. Non aspettare e lascia che questa opportunità ti sfugga.

Se non conosci i fondi indicizzati di criptovaluta, ottieni un’introduzione a questo argomento dal nostro precedente articolo qui:

Criptovalute & Fondi indicizzati

Indicizzazione dinamica del portafoglio

L’indicizzazione del mercato può essere configurata con una serie di diverse funzionalità avanzate. La comprensione di ciascuna di queste impostazioni potrebbe richiedere alcuni minuti, ma una volta comprese, sbloccano metodi efficaci per implementare la tua strategia di indicizzazione. La seguente guida ti guiderà attraverso importanti funzionalità per qualsiasi fondo indicizzato di criptovaluta.


Non dimenticare di farlo unisciti al nostro gruppo Telegram che è dedicato ai fondi indicizzati di criptovaluta. Siamo sempre felici di rispondere alle domande che hai sulla creazione del tuo indice!

Ponderazione

Ci sono tre opzioni di ponderazione principali quando si costruisce un indice dinamico. Queste tre opzioni sono ponderate per mercato, radice quadrata e uguale. Per comprendere meglio ciascuna di queste opzioni, analizziamo come funzionano queste diverse opzioni.

Capitalizzazione di mercato

La ponderazione della capitalizzazione di mercato è quella che tiene traccia delle capitalizzazioni di mercato di ogni asset nell’indice dinamico. L’allocazione assegnata a ciascuna attività sarà proporzionale alla loro ponderazione della capitalizzazione di mercato rispetto alle altre attività nell’indice. Ciò significa che le attività con una capitalizzazione di mercato maggiore consumeranno più del portafoglio rispetto a quelle con una capitalizzazione di mercato inferiore. Ciò consente al tuo portafoglio di corrispondere strettamente allo stato attuale del mercato, risultando in una performance che sarà il più vicino possibile alla performance di mercato di tutte le criptovalute.

Ad esempio, se hai un indice di due asset e il primo asset è BTC e il secondo asset è ETH.

  • Cap. Di mercato BTC: $ 137.008.021.275

  • Capitalizzazione di mercato ETH: $ 26.081.172.184

Calcolo delle ponderazioni nel portafoglio.

  • Ponderazione BTC: 137.008.021.275 / (137.008.021.275 + 26.081.172.184) = 84%

  • Ponderazione ETH: 26.081.172.184 / (137.008.021.275 + 26.081.172.184) = 16%

Pertanto, le allocazioni in questo portafoglio di esempio sarebbero dell’84% BTC e del 16% ETH.

Cap. Mercato a radice quadrata

Una distribuzione della capitalizzazione di mercato a radice quadrata prenderà la radice quadrata di ciascuna delle capitalizzazioni di mercato per smorzare l’effetto che un singolo asset ha sul portafoglio. Come abbiamo visto nell’ultimo esempio, Bitcoin deteneva l’84% del valore in portafoglio. Alcune persone potrebbero considerarlo rischioso poiché la maggior parte del valore del portafoglio è detenuta in una singola attività. Per distribuire in modo più uniforme i fondi nell’indice, possiamo utilizzare una capitalizzazione di mercato a radice quadrata.

Esaminiamo come questo cambierà le allocazioni risultanti.

  • Ponderazione BTC: 137.008.021.275 ^ (1/2) / (137.008.021.275 ^ (1/2) + 26.081.172.184 ^ (1/2)) = 69,62%

  • Ponderazione ETH: 26.081.172.184 ^ (1/2) / (137.008.021.275 ^ (1/2) + 26.081.172.184 ^ (1/2)) = 30,38%

Vediamo che il risultato di prendere la radice quadrata della capitalizzazione di mercato è una distribuzione più uniformemente dispersa tra le attività disponibili.

Pesi uguali

Un indice equamente ponderato è quello che assegna una percentuale pari a tutte le attività. Se ci sono 5 asset nel portafoglio, significa che ognuno riceverà il 20% del valore del portafoglio. Se sono presenti 10 asset, ciascuno riceverà il 10% del valore totale del portafoglio.

Intervallo di selezione delle risorse

Seleziona le risorse in base all’intervallo personalizzabile che desideri per il tuo indice dinamico. Sia che tu voglia indicizzare le prime dieci attività per capitalizzazione di mercato, indicizzare 20 asset a media capitalizzazione o 30 asset a bassa capitalizzazione, questo intervallo di selezione ti consente di farlo.

Un paio di esempi di intervalli che puoi selezionare sono il rango 1 – 10. Ciò includerà i primi 10 asset nel portafoglio per capitalizzazione di mercato e li manterrà mentre si scambiano dentro e fuori da tale intervallo. Un’altra opzione sarebbe quella di selezionare gli asset dalla posizione 50 alla 70. Ciò significa che l’indice prenderà gli asset la cui capitalizzazione di mercato è compresa tra 50 e 70 e li aggiungerà all’indice. Man mano che gli asset entrano ed escono da questo intervallo, verranno aggiunti o rimossi dall’indice per mantenere l’intervallo di allocazione desiderato.

Asset Allocation Minimo

L’asset allocation minima stabilisce un limite minimo alla percentuale di un portafoglio che può essere allocata a un singolo asset. Ciò previene le condizioni in cui l’utilizzo di un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato si traduce in un numero significativo di attività a bassa ponderazione. Ad esempio, l’allocazione delle prime dieci risorse su Bittrex in base alla capitalizzazione di mercato al momento in cui questo articolo è stato scritto comporterebbe la seguente distribuzione:

  • BTC – 66,76%

  • ETH – 12,69%

  • XRP – 8,2%

  • BCH – 3,42%

  • LTC – 3,09%

  • BSV – 1,86%

  • XLM – 1,14%

  • TRX – 1,1%

  • ADA – 1,04%

  • XMR – 0,7%

Possiamo vedere che la maggior parte delle attività nell’indice viene allocata meno del 5% del valore totale del portafoglio. Questo potrebbe essere indesiderabile, quindi possiamo impostare una percentuale minima. Ad esempio, se impostiamo un’allocazione minima del 5%, il portafoglio risultante sarà simile al seguente:

  • BTC – 49,51%

  • ETH – 9,41%

  • XRP – 6,08%

  • BCH – 5%

  • LTC – 5%

  • BSV – 5%

  • XLM – 5%

  • TRX – 5%

  • ADA – 5%

  • XMR – 5%

Possiamo vedere che le ponderazioni delle attività più grandi sono diminuite al fine di aumentare le ponderazioni per ciascuna delle attività che sono al di sotto della soglia del 5%. Il risultato è che nessun asset detiene meno del 5% del valore totale del portafoglio.

Asset Allocation Massima

L’asset allocation massima è simile a quella dell’asset allocation minima. Ciò impedisce condizioni in cui l’utilizzo di un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato si traduca in un singolo asset che detiene una quota eccessiva della ponderazione nel portafoglio. Continuando dall’ultimo esempio, possiamo vedere che BTC detiene ancora quasi il 50% del valore nel portafoglio. Se volessimo ridurre questo importo al 20%, ad esempio, il portafoglio risultante sarebbe il seguente:

  • BTC – 20%

  • ETH – 20%

  • XRP – 19,51%

  • BCH – 8,14%

  • LTC – 7,35%

  • BSV – 5%

  • XLM – 5%

  • TRX – 5%

  • ADA – 5%

  • XMR – 5%

Vediamo che collocare un’allocazione massima degli asset sul nostro indice ha ridotto la nostra ponderazione BTC al 20%. In tal modo, abbiamo ridistribuito parte della ponderazione ad altre attività nell’indice. L’ETH, ad esempio, ha aumentato la ponderazione abbastanza da superare anche l’asset allocation massima, con un limite al 20%. Gli importi rimanenti vengono distribuiti alle attività rimanenti in base alla capitalizzazione di mercato.

Amun è un esempio di fondo indicizzato che utilizza una percentuale di allocazione minima e massima. Puoi leggere di più sulla loro metodologia sul loro sito qui:

Amun Crypto Basket Index

Asset Buffer Zone

La zona cuscinetto per un indice dinamico è la riserva consentita prima che le attività vengano scambiate all’interno o all’esterno del portafoglio. Poiché l’aggiunta e la rimozione costante di asset da un portafoglio diversificato può comportare commissioni di negoziazione eccessive, il buffer pone dei limiti su quando possono verificarsi questi swap.

Ad esempio, quando un buffer del 5% è impostato per un indice, ciò significa che un asset in entrata deve acquisire una capitalizzazione di mercato sufficiente per diventare il 5% in più rispetto al prossimo asset più grande dell’indice.

Supponiamo di avere un indice di 2, usando l’esempio sopra con BTC ed ETH.

  • Cap. Di mercato BTC: $ 137.008.021.275

  • Capitalizzazione di mercato ETH: $ 26.081.172.184

Poiché ETH ha attualmente una capitalizzazione di mercato di $ 26.081.172.184, ciò significa che l’unico modo per rimuovere ETH da questo indice è che un asset diverso raggiunga una capitalizzazione di mercato di 27.385.230.794 o superiore. Si noti che sebbene la capitalizzazione di mercato di ETH sia di soli $ 26.081.172.184, un asset in entrata dovrebbe acquisire un ulteriore 5% per poter causare lo scambio. Ciò impedisce lo scambio costante di asset dentro e fuori dall’indice.

Bitwise Investments è un esempio di un fornitore di fondi indicizzati che utilizza una zona cuscinetto del 5% per i propri fondi. Puoi trovare ulteriori informazioni visitando la loro documentazione metodologica qui:

Investimenti bit per bit: ricostituzione e zone tampone

Escludi risorse

L’esclusione delle attività garantisce che l’attività che è stata esclusa non verrà allocata nell’indice. Se l’asset escluso rientra nell’intervallo dell’indice tale che sarebbe stato allocato se non fosse stato escluso, l’asset sarà sostituito con l’asset del ranking successivo più alto.

Immagina di avere un indice delle prime 10 risorse. L’attuale portafoglio sarebbe il seguente:

  • Grado 1

  • Grado 2

  • Grado 3

  • Grado 4

  • Grado 5

  • Grado 6

  • Grado 7

  • Grado 8

  • Grado 9

  • Grado 10

Ora, supponiamo di voler escludere l’asset che si trova attualmente al rango 5. L’indice risultante per il nostro portafoglio sarebbe il seguente:

  • Grado 1

  • Grado 2

  • Grado 3

  • Grado 4

  • Grado 6

  • Grado 7

  • Grado 8

  • Grado 9

  • Grado 10

  • Grado 11

Nota come il rango 5 non è più nell’indice, tuttavia il “rango 11” è stato ora incluso. Questo ci consente di mantenere 10 asset nel nostro portafoglio, anche quando un asset è stato escluso.

Includi risorse

Diversamente dall’esclusione di risorse, a volte potresti voler includere una risorsa. Ciò consente la selezione di una gamma di attività, ma include anche attività nell’indice che potrebbero essere di interesse specifico per l’utente. Possono essere all’interno o all’esterno dell’intervallo dell’indice. Includere un asset significa che non importa dove si trova il ranking di questo asset, se si sposta all’interno o all’esterno dell’intervallo dell’indice e, indipendentemente dalle variazioni di prezzo, sarà incluso nell’indice.

Un esempio di questa funzione in azione sarebbe se volessi creare un indice dei primi 5, ma volessi anche includere DOGE perché occupa un posto speciale nel tuo cuore. L’indice sarebbe simile al seguente:

  • Grado 1

  • Grado 2

  • Grado 3

  • Grado 4

  • Grado 5

  • DOGE

Avviso: i gradi 1 – 5 sono inclusi nel portfolio così come DOGE. Ciò significa che ci sono 6 attività totali che verranno aggiunte al portafoglio durante l’allocazione del portafoglio.

Ora che abbiamo esplorato le funzionalità principali necessarie per costruire un potente fondo indicizzato di portafoglio di criptovalute, è tempo di implementare questa strategia per il tuo portafoglio. Implementa la tua strategia di fondo di indice di criptovaluta dinamico con Shrimpy iscrivendoti oggi! È facile iniziare, quindi cosa stai aspettando? Registrati Qui.

Buone letture aggiuntive

Come riequilibrare il tuo portafoglio di criptovalute

Ribilanciamento della soglia: l’evoluzione della gestione del portafoglio di criptovalute

Gli utenti crittografici che diversificano hanno prestazioni migliori

Sviluppo di applicazioni di trading con l’API Crypto Exchange di Shrimpy

Shrimpy è un’applicazione per la gestione del portafoglio di criptovalute che supporta tutti i principali scambi di criptovalute inclusi Coinbase Pro, Binance, Bittrex, Kraken, Poloniex e altri. Il collegamento del tuo conto di scambio a Shrimpy sblocca comode funzionalità di trading che possono aiutarti ad automatizzare la tua strategia di trading. Provalo oggi!

Seguici su Twitter e Facebook per gli aggiornamenti e per qualsiasi domanda alle nostre fantastiche e attive community su Telegramma & Discordia.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map