DAOStack: tutto ciò che devi sapere sulla governance della blockchain

Uno dei progetti più interessanti che presto lancerà un ICO è il DAOStack. Ciò fornirà un quadro standardizzato e completo per la creazione di organizzazioni autonome decentralizzate (DAO).

I DAO sono uno dei casi d’uso più interessanti per la tecnologia blockchain in quanto forniscono i mezzi a grandi gruppi di individui per cooperare in modo trasparente.

La capacità di cooperare in un gran numero di individui e gruppi è stata la forza più potente che ha guidato l’evoluzione di società complesse e quella che ha permesso alla specie umana di sopravvivere per migliaia di anni. Come disse una volta Friedrich Hayek

Il compito curioso dell’economia è dimostrare agli uomini quanto poco sanno davvero di ciò che immaginano di poter progettare

Dalle piccole bande di cacciatori-raccoglitori alle alleanze lungo le linee tribali, alla religione organizzata, alla costruzione dello stato-nazione e al mantenimento di imperi insieme, la storia della specie umana può essere vista come una delle continue evoluzioni della cooperazione e del coordinamento sociale di fronte a circostanze mutevoli su scale di trasformazione.

Governance della blockchain e perché è importante

Sulla scia della crisi finanziaria globale del 2008, le tecnologie blockchain ei registri pubblici distribuiti hanno portato a un nuovo quadro all’interno del quale sembrava possibile coordinare in modo più efficiente ed equo l’attività sociale (economica) su una scala che trascende i confini geografici, le barriere culturali e la fiducia erosa giurisdizioni istituzionali.

Carta di credito commerciale IQ Option

Tuttavia, il nuovo linguaggio delle soluzioni è arrivato con le proprie serie di problemi che, nel processo in corso di ulteriore affinamento delle domande giuste, hanno fatto convergere insieme una serie di tecnologie.

E le relazioni tra il dominio quantitativo dell’ordine assoluto e quello qualitativo dell’organizzazione democratica flessibile stanno iniziando a cristallizzarsi con i dibattiti attualmente in corso sulla governance blockchain su come queste relazioni dovrebbero essere allineate in modo da prevenire la replica degli errori il paradigma stesso di DLT ha deciso di risolvere in primo luogo.

O come Vlad Zamfir mettilo, poiché la tecnologia non è né buona né cattiva, ma sempre neutrale, la governance blockchain è forse il

fattore più importante che determinerà se le blockchain finiranno per essere un bene pubblico o una minaccia per il pubblico


Teoria dell’attore-rete

Prima di approfondire può essere utile definire alcuni termini comuni utilizzati nel regno cripto-economico della progettazione di sistemi al fine di fornire un contesto più ampio per il ragionamento sulle questioni in questione.

Teoria della rete degli attori è un approccio metodologico e descrittivo (piuttosto che prescrittivo) alla scienza sociale che postula che tutto, sia nel mondo sociale che in quello naturale, esista in reti sempre mutevoli di relazioni complesse intrecciate.

Pioniere di Bruno Latour, le intuizioni e le nozioni di base dell’approccio attore-rete sono adatte e applicabili per l’analisi situazionale di come le reti “materiale-semiotiche” si assemblano, si modellano e agiscono insieme nel loro insieme.

Cos’è un’agenzia?

Esempio di mappatura ANT

Fonte: slideshare

ANT non privilegia gli attori umani rispetto a quelli non umani, ma invece vede gli esseri umani, la tecnologia, la scienza e la cultura come intrappolati in complesse reti di relazioni mutevoli. Il concetto di agenzia e ciò che costituisce un’agenzia è particolarmente rilevante per la questione in esame.

Gli studiosi di ANT individuano l’agenzia non nei “soggetti” umani né negli “oggetti” non umani in quanto tali, ma nelle associazioni eterogenee tra umani e non umani. Esiste una pletora di una molteplicità inconsapevolmente ampia di realtà e “mondi” differenti, uno per ciascuna delle fonti di agenzia e le sue motivazioni e ispirazioni per l’azione.

Un’agenzia diventa così il risultato della traduzione avanti e indietro per un collettivo ibrido che costituisce un insieme di relazioni, collegamenti, inter-penetrazioni e processi. Il collettivo include tutto ciò che ispira, influenza e tocca e tutti gli attori all’interno di questa rete sono uguali nell’esecuzione dei loro ruoli inscritti. Il senso di un organismo – un’entità autonoma, è un fenomeno emergente apparente solo a livello collettivo dell’insieme.

Le macchine, d’altra parte, sono ottimi alleati (politici e non) poiché la loro immutabilità e inerzia (cioè la mancanza di opposizione ad esse) le rende molto efficienti nel mantenere altri alleati sul posto, facendo sembrare gli attori dominanti stabili e consolidando un insieme di accordi e rapporti.

E poiché ci affidiamo alla tecnologia per sostituire in modo affidabile attività umane altrimenti inaffidabili, è importante considerare questi fattori senza fissarsi esclusivamente su uno dei componenti, ma sforzandosi di ridurre lo zoom per acquisire una visione più panoramica del paesaggio complessivo.

Organizzazioni autonome decentralizzate

Logo DAOStack

Panoramica di un DAO. Fonte: iqoption.com

Il sistema di contabilità aperto e programmabile delle blockchain si estese naturalmente all’invenzione delle cosiddette organizzazioni autonome decentralizzate (DAO). Un DAO è una forma di organizzazione in esecuzione sulla blockchain. Le regole fondamentali del DAO sono concordate collettivamente in conformità con gli obiettivi e gli scopi di tale organizzazione e codificate nel software, limitando così la necessità dell’attività manageriale umana.

Un esempio noto e il primo di questi esperimenti è stato il finanziamento di capitale di rischio DAO su Ethereum che è stato lanciato a giugno 2016 e subito dopo è stato violato e prosciugato di 50 milioni di dollari di Ether. Ciò ha portato a una divisione della blockchain e all’abbandono della catena come Ethereum Classic (ETC).

Al momento, un esempio di un’agenzia DAO funzionante formata attorno a interessi e competenze condivisi che è in esecuzione sulla piattaforma Ethereum è MakerDAO. MakerDAO si è sviluppato intorno allo scopo di progettare una piattaforma di gestione delle valute e del rischio che consenta l’ingegnerizzazione dei meccanismi di stabilità.

La stabilità è senza dubbio interessante nei mercati valutari in cui la volatilità può influire sui rendimenti. In questo sforzo, MakerDAO ha formato una comunità attiva e vibrante che attrae diversi tipi di persone con interessi comunemente condivisi nel integrare competenze e conoscenze e coordinare gli sforzi insieme.

Al contrario e più in generale, la governance on-chain formalizzata può rapidamente far deragliare una spinta verso l’inerzia disinteressata (come la qualità intrinseca della tecnologia, come nel linguaggio di ANT) e regola della plutocrazia (il singolo punto di controllo è anche un unico punto di guasto).

Invece, la governance dovrebbe essere intesa come un processo organico imperniato sulla partecipazione attiva degli attori coinvolti. Questi giocatori dovrebbero produrre decisioni che influenzano gli stati di cose riguardo alla gestione delle risorse.

Questo perché queste decisioni spesso innescano cascate di conseguenze sistemiche in sistemi dinamici complessi come quelli che costituiscono registri distribuiti globali con i loro motori di consenso.

 DAOStack

Logo DAOStack

Fonte: daostack.io

Il Progetto DAOStack, che è stato sviluppato da un team di Technion israeliano, affronta gli affari contorti della governance blockchain ed è dedicato a istituire una piattaforma aperta e modulare e uno stack operativo per la distribuzione programmatica di DAO. L’unità di governance è un’agenzia o un DAO e consente di configurare o scegliere il miglior modello di governance adatto a una data organizzazione e implementarlo utilizzando il livello di base DAOStack.

Il livello base (un motore di contratti intelligenti chiamato Arc) è un framework universale per la governance decentralizzata e la gestione del valore collettivo sulla blockchain. È stato progettato in modo da garantire una resistenza coesiva alla concentrazione del potere decisionale nelle mani di pochi. Ciò viene fatto mantenendo la flessibilità in condizioni mutevoli e preservando gli allineamenti di interessi e fiducia tra le parti coinvolte.

In questo modo la possibilità di un guasto sistemico su larga scala è contenuta localmente e viene impedito di propagarsi e destabilizzare segmenti più ampi della rete (o peggio, riversarsi in un’altra frontiera di guerra economica geopolitica).

La tensione tra scala e resilienza viene risolta in DAOStack monetizzando in modo criptoeconomico il divario tra lo status quo e la verità (soggettiva). Ciò avviene tramite la funzione di utilità del token GEN per promuovere proposte e richiamare l’attenzione. Questo regola la velocità con cui vengono presentate le proposte.

La tariffa è regolata poiché più proposte arrivano in un dato periodo, più costose diventano; più è in gioco, più attenzione e coinvolgimento attira naturalmente. La logica di progettazione alla base di DAOStack tenta di astrarre e combinare i principi generali dell’efficienza del mercato su larga scala con la coesione e l’orientamento di piccole imprese, organizzazioni e imprese.

Consenso olografico

Inter-soggettivo o consenso olografico si ottiene a livello di assemblee localizzate (ad esempio, sottoculture, agenzie intelligenti, ecc.) che consentono a determinati sottogruppi all’interno della sua organizzazione di prendere decisioni in determinate condizioni specificate. Questi potrebbero essere, ad esempio, la delega in base a vincoli definiti analoghi in linea di principio a calcoli fuori catena nel garantire l’integrità dei dati, ad es. come in zkSNARK e prove di autenticità timbrate nel caso degli oracoli.

Questo approccio consente una traiettoria esponenziale di modalità di governo federale frattale estremo. Il DAO fondamentale si ramifica in altri DAO mentre va dal generale al concreto e invece della gestione centrale c’è un coordinamento diretto o indiretto tra gli agenti.

Il DAOStack Genesis DAO viene lanciato sulla mainnet di Ethereum con l’obiettivo di consentire una cooperazione su larga scala iniziando ad allocare i token GEN a builder e early adopter. Ciò avverrà creando gradualmente reti auto-organizzate super scalabili tramite i protocolli di governance del consenso olografico.

Casi d’uso e applicazioni

Una delle prime DApp lanciate su DAOStack è Alchimia, un’applicazione collaborativa e una piattaforma di budgeting decentralizzata per progetti open source, di cui è possibile trovare una demo del CEO di DAOStack Matan Field Qui.

Holochain ha anche lanciato un ICO (Holo) che mira a sfruttare il calcolo distribuito incentrato sugli agenti. Ciò creerà le condizioni per un ecosistema di comunicazioni di reti e comunità mesh incentivate.

Conclusione

I DAO sono uno dei risultati culminanti della Distributed Ledger Technology che sono stati in preparazione negli ultimi anni.

Costituiscono il modello per la risoluzione di molti problemi attualmente, compresa la suscettibilità alle formazioni di cartelli e la graduale chiusura delle porte di ICO guidati da truffe e il rapido plagio di ricerca di profitto.

I DAO possono aiutarci a muoverci verso un paradigma più costruttivo, collaborativo e socialmente orientato di gestione collettiva delle risorse in un modo più orientato al futuro e equamente distribuito.

Immagine in primo piano tramite Fotolia

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map