Come Blockchain e IoT cambieranno il mondo

Abbiamo tutti sentito parlare di IoT e tecnologia Blockchain.

La maggior parte di noi ha una buona comprensione di come queste due tecnologie stanno ridefinendo la connettività e, in molti casi, Internet stessa. Alcuni appassionati di tecnologia arrivano addirittura a dire che Blockchain e IoT saranno le basi del nuovo Internet, noto anche come Web 3.0.

La decentralizzazione è il futuro della tecnologia. Questo è stato un approccio che ha suscitato l’interesse della maggior parte dei principali attori del genere tecnologico per molto tempo. L’architettura di decentralizzazione offre diversi vantaggi rispetto ai tradizionali sistemi centralizzati che la rendono ideale nella maggior parte delle applicazioni web odierne.

Ma cosa rende speciali Blockchain e IoT? Perché danno origine a un’era completamente nuova nella tecnologia se combinati? E perché dovresti ottenere formazione e certificazione in IoT e Blockchain per iniziare una carriera brillante come Sirius nel cielo notturno?

Prima di passare al modo in cui Blockchain e IoT lavorano insieme perfettamente, diamo un’occhiata a queste due tecnologie separatamente per avere una comprensione di base di ciascuna di esse.

IOT

Internet of Things (IoT)

Immagine tramite Fotolia

Internet of Things è semplicemente una rete di dispositivi fisici incorporati con elettronica, software, sensori, attuatori e hardware di connettività che utilizziamo quotidianamente.

I componenti aggiuntivi di questi dispositivi consentono loro di connettersi e scambiare dati quando necessario. A tutti gli effetti, possiamo considerarli come i dispositivi intelligenti a cui quasi tutti noi siamo abituati.

Le applicazioni dell’IoT includono:

  1. Sistemi domestici intelligenti
  2. Indossabili
  3. Auto connesse
  4. Smart Grid e molti altri

Attualmente, la maggior parte delle architetture IoT richiede un hub o un server centrale che consente l’archiviazione e il trasferimento dei dati tra i diversi dispositivi in ​​una rete. Per quanto possa essere, questo approccio è ottimo, ma ha diverse scappatoie fatali. Vedremo come Blockchain ha affrontato questi problemi per migliorare gli attuali sistemi IoT.

Uno studio indipendente riportato da Forbes afferma che il mercato globale dell’IoT dovrebbe triplicarsi da 157 miliardi di dollari nel 2016 a ben 457 miliardi di dollari entro il 2020. Sono solo quattro anni!

Blockchain

Per coloro che non sono a conoscenza, Blockchain è un elenco di record, collegati e protetti dalla crittografia che sono in continua crescita e archiviati in tutti i sistemi di una data rete.

Come suggerisce la definizione, questa tecnologia sostiene l’architettura di decentralizzazione archiviando i dati non in un server centrale, ma in tutti i peer presenti nella rete.


Blockchain viene utilizzata in quasi tutti i settori oggi. Questi includono:

  1. Finanza e criptovaluta
  2. Archiviazione e trasmissione dei dati
  3. Proprietà intelligente
  4. Contratti intelligenti e molto altro ancora.

Secondo a Studio Gartner, Blockchain aggiungerà $ 3,1 trilioni di valore aziendale entro il 2030. Questo è un numero significativo.

Web 3.0: Blockchain e IoT

Ora diamo un’occhiata a come le anime di Blockchain e IoT possono essere combinate per creare l’interruzione tanto necessaria per la prossima generazione di Internet.

Gestione dei dati su larga scala

Networking decentralizzato utilizzando Blockchain

Networking decentralizzato utilizzando Blockchain

È ovvio che quando in una rete sono presenti più dispositivi diversi e ciascuno di essi raccoglie costantemente dati, la quantità di dati è enorme. Inoltre, un sistema IoT è gestito da un server centrale che è responsabile di migliaia, se non milioni di dispositivi.

Ciò rende molto importante configurare tre cose: un sistema di archiviazione abbastanza grande da gestire tutti i dati, un sistema di elaborazione che sarà in grado di lavorare sui dati e un efficiente sistema di raccolta e consegna.

Anche se questo può sembrare abbastanza semplice, tutte e tre queste risorse sono piuttosto difficili da acquisire e mantenere.

Blockchain risolve questo problema in modo abbastanza grazioso. In una rete Blockchain, non esiste un’entità centrale che gestisce i dati. Invece, ciascuno dei nodi ha una copia dei dati e può elaborarli in modo indipendente.

Una volta passato un argomento, la rete cerca di ottenere un consenso da tutti gli altri nodi del sistema. Non appena ciò viene ottenuto, la transazione viene elaborata. Questo stesso approccio può essere utilizzato nell’IoT per rimuovere il coinvolgimento di un server centrale e tutte le limitazioni che ne derivano.

Tempo di attività, sicurezza e privacy

Uno dei maggiori svantaggi di un sistema centralizzato è che tutti i dati raccolti ed elaborati vengono archiviati in un server centrale. Se il server centrale si arresta, tutti i dispositivi smetteranno di rispondere poiché richiedono segnali e comandi da questo. Inoltre, se il server viene violato, tutti i dati presenti saranno compromessi. Ciò potrebbe portare a conseguenze indesiderate.

Comunicazione peer-to-peer

Comunicazione peer-to-peer

Una rete Blockchain è praticamente impossibile da hackerare. Tutti i dati archiviati in rete sono crittografati e sono accessibili solo da coloro che sono presenti in rete. Per finire, a causa dell’algoritmo di consenso, questi dati non possono essere manomessi.

Aggiungendo il fatto che i dati non sono archiviati in modo centralizzato, non ci saranno problemi di tempi di inattività o dispositivi che non rispondono a causa di ritardi del server, ecc. Ciò è possibile perché i dispositivi IoT non devono connettersi tramite una terza parte. Possono generare connessioni peer-to-peer per stabilire la fiducia.

Economicamente più fattibile ed ecologico

I server utilizzati nell’attuale infrastruttura IoT sono specializzati. E, logicamente, quando si parla di specializzazione, la maggior parte dei prodotti è piuttosto costosa. L’utilizzo di un sistema di registro distribuito esclude l’utilizzo di un server centrale che a sua volta ridurrà il costo complessivo della configurazione.

Inoltre, questi server hanno prezzi di manutenzione elevati a causa del modo in cui sono progettati e delle funzioni che svolgono. Questo è anche un enorme risparmio se si utilizza un sistema distribuito invece di uno centralizzato.

Venendo al fatto che l’implementazione dell’IoT su Blockchain è ecologica, i server centrali sono generalmente molto assetati di energia e talvolta richiedono apparecchiature aggiuntive per il raffreddamento e altri scopi.

Questa apparecchiatura può generare effetti ambientali indesiderati come emissioni ecc. Inoltre, anche la potenza utilizzata per eseguire un server viene annullata quando si utilizza un approccio decentralizzato.

Conclusione

Questi sono alcuni dei modi in cui Blockchain e IoT possono unirsi per cambiare il modo in cui funziona la tecnologia moderna. Ricapitoliamo un po ‘e vediamo come Blockchain affronta ciascuno dei problemi legacy dell’IoT uno per uno:

  • Blockchain è molto sicuro e può essere utilizzato per tracciare le misurazioni dei dati dei sensori. Può anche impedire la duplicazione dei dati con altri dati dannosi.
  • La distribuzione dei dispositivi IoT è generalmente complessa. Un sistema di registro distribuito può fornire facilmente l’identificazione del dispositivo IoT, l’autenticazione e il trasferimento dei dati sicuro e senza interruzioni. Ciò rende la distribuzione molto più semplice.
  • I sensori IoT possono scambiare dati senza l’interferenza di terze parti utilizzando Blockchain
  • Non ci sarà un’unica fonte di fallimento all’interno dell’ecosistema. Ciò protegge i dati di un dispositivo IoT da manomissioni
  • Blockchain consente l’autonomia e l’anonimato del dispositivo. L’identità individuale e l’integrità dei dati sono protette e il sistema supporta anche la comunicazione peer-to-peer
  • Poiché non è richiesto un intermediario, i costi di distribuzione, funzionamento e manutenzione dei dispositivi IoT possono essere ridotti di molto utilizzando Blockchain

Ciò dimostra che individualmente, le promesse di blockchain e IoT sono impressionanti. Tuttavia, quando le due tecnologie vengono combinate, le opportunità sono infinite.

Immagine in primo piano tramite Fotolia

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me